A piedi fino al Santuario Incoronata, i pellegrini di Castelluccio Valmaggiore fedeli alla tradizione

“Perché un unico destino ci accomuna e la nostra vita non è altro che un pellegrinaggio verso la meta celeste”

Ormai è diventata una irrinunciabile consuetudine. Anche quest’anno, in occasione dell’annuale solennità dell’apparizione della Beata Vergine Incoronata di Foggia, i pellegrini di Castelluccio Valmaggiore, da sempre devoti, si recheranno a piedi, di notte, al Santuario. 

“Saremo in cammino insieme – fanno sapere i pellegrini – perché un unico destino ci accomuna e la nostra vita non è altro che un pellegrinaggio verso la meta celeste. Saremo in cammino insieme perché la nostra festa sarà vedere Maria”. L’appuntamento è fissato alle 18.30 del 24 aprile 2019 per la Santa Messa nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Castelluccio Valmaggiore; dopo la Messa e la benedizione dei pellegrini, nel piazzale antistante la Chiesa ci sarà il ritrovo e la partenza. 

“Alle 19.15 si parte alla volta del Santuario – spiegano -, per ritrovarsi nella mattinata del 25 aprile per la Santa Messa parrocchiale delle ore 10.00: la celebrazione eucaristica sarà presieduta da Padre Vito Fiorentino, amministratore Parrocchiale di San Giovanni Battista. Il percorso, in tre tappe, è di circa 52 km più il pio esercizio dei 3 giri attorno al Santuario. Per chi non si sentisse pronto a compiere l’intero percorso, alle ore 3 di notte del 25 aprile, sempre nel piazzale antistante la Chiesa di Santa Maria, parte il secondo gruppo (più numeroso); con l’ausilio di auto e camion si arriverà fin dopo Troia, proseguendo poi a piedi fino al Santuario. Inoltre, grazie alla collaborazione della Fraternita di Misericordia di Castelluccio Valmaggiore, fin dalla partenza e per tutto il tragitto avremo l’assistenza di auto di supporto, in modo da permettere a chiunque di partecipare”.

“Il pellegrinaggio è aperto a tutti e la partecipazione è libera – concludono -. Come al solito, per il cammino si raccomanda un abbigliamento idoneo e un minimo di equipaggiamento. È fondamentale calzare scarpe comode, portare un ombrello o un impermeabile, giubbotto catarifrangente, torcia elettrica e bevande calde. Per il primo gruppo è consigliabile anche un sacco a pelo. Auspicando una numerosa e sentita partecipazione ci si dà appuntamento per il 24 aprile 2019 alle ore 18.30″.