Cavaliere: “Sorpresa più bella il calore nelle periferie”. Inaugurato comitato in Corso Garibaldi, con lui tante donne candidate

Il centrosinistra extralarge brinda in Corso Garibaldi. Lo sfidante di Landella fiducioso: “Tanto malumore attorno all’attuale sindaco”

Grande partecipazione per l’inaugurazione del comitato del candidato sindaco del centrosinistra extralarge Pippo Cavaliere in Corso Garibaldi. Presenti quasi tutti i candidati delle diverse liste, benché vi siano un po’ di problemi nel comporre lo schema di sinistra. Fallita Città Futura – alcuni candidati sono stati ospitati in altri contenitori come Michele Sisbarra in Foggia Popolare o Fabrizio Cangelli in Sinistra Italiana insieme al pizzarottiano Marcello Sciagura – resta il tema di circa 8 esponenti della città civile che non sono ben accetti nelle altre civiche perché potrebbero scompaginare gli assetti per chi ritiene di essere eletto.

Il candidato, dal suo canto, appare sereno. Sente di poter battere il suo diretto competitor al ballottaggio. “Sto già incontrando molti cittadini nelle periferie, c’è molto malumore nei confronti del sindaco uscente”. Al comitato di Landella, invece, sostengono che con una Lega forte il 50,1% dei voti al primo turno è un obiettivo raggiungibile.
Prosecco, abbracci e sorrisi per Cavaliere, che nel suo breve discorso si è rifatto all’impegno e alla Divina Commedia. Tante donne candidate nel PD: Maria Tavano, Angela Fiore, Annalisa Cancellaro, Alice Amatore. Col PD anche un gastroenterologo degli Ospedali Riuniti, il dottor Della Valle. Non si è visto l’assessore Leo Di Gioia, impegnato al Vinitaly con Michele Emiliano e che certamente correrà con Senso Civico, forse in ticket con la commercialista Anna Ilaria Giuliani. 
Nel comitato si imbucano i “Punto primo” (slogan di Cavaliere) e c’è anche una simulazione elettorale con una cabina e le istruzioni dettagliate per il voto.