Scossone a Casa Sollievo della Sofferenza, il super direttore Crupi lascia l’ospedale di San Pio

Le voci circolavano già da ieri. Ma è ancora giallo sulle ragioni alla base dell’addio

Finisce un’era a Casa Sollievo della Sofferenza. Verso la chiusura l’avventura di Domenico Crupi a capo dell’ospedale di San Pio da circa dodici anni. Non è ancora chiaro se si sia dimesso o se ci sia altro dietro la decisione di un cambio al vertice nell’ospedale del Vaticano. Un vero e proprio giallo sulle ragioni alla base dell’addio. In realtà, le voci sulla fine dell’era Crupi circolavano già da qualche giorno.

Il manager di origini calabresi, da sempre vicino al cardinale e Segretario di Stato emerito Tarcisio Bertone, negli ultimi tempi era stato fortemente criticato per alcune assunzioni. Per qualcuno, tuttavia, le recenti modifiche allo scacchiere nella Santa Sede avrebbero determinato la volontà di Roma di voler cambiare passo in uno degli ospedali di riferimento del Mezzogiorno d’Italia. Il terremoto consumatosi durante il Consiglio di amministrazione di ieri, avrà certamente ripercussioni importanti sull’Irccs recentemente elogiato da Michele Emiliano, il quale, nel corso della Pastorale sanitaria, ha dichiarato che “l’ospedale di San Pio è il migliore della Puglia”. Il giorno prima dello scossone che chiuderebbe 12 anni di “regno” a San Giovanni Rotondo.

Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/immediatonet