Autismo, Foggia omaggia il dottor Ippolito ideatore del metodo in acqua per ragazzi. “Una gioia per tutti”

Cerimonia di consegna della targa di riconoscimento a Palazzo di Città al promotore della Terapia Multisistemica in Acqua

Il Comune di Foggia rende omaggio al suo concittadino Giovanni Ippolito, psicologo della Polizia di Stato ed ideatore della Terapia Multisistemica in Acqua per ragazzi e bambini con disturbo generalizzato dello sviluppo e autismo. Questa mattina la cerimonia di consegna della targa di riconoscimento a Palazzo di Città: “Al dott. Ippolito, ideatore della Terapia Multisistemica in Acqua, che ha diffuso nel mondo l’innovativo metodo di sostegno e riabilitazione per i più giovani colpiti da disturbi della comunicazione e della relazione e da autismo, il plauso dell’Amministrazione comunale per aver dato lustro alla sua Foggia e alla Polizia di Stato nella quale presta onorato servizio”, la dedica a firma del sindaco Franco Landella. “Oggi omaggiamo il nostro concittadino che ha dato lustro ad una terapia che ad oggi è riconosciuta a livello internazionale – ha detto il primo cittadino -. Questa targa vuole riconoscere il suo impegno e di tutti gli operatori che dedicano il tempo alle famiglie ai ragazzi con autismo. Grazie anche al Mirage Village di Alessandro Forgelli che dal 2004 con tanti sacrifici contribuisce al bene della comunità foggiana” – ha aggiunto -.

Il metodo Caputo-Ippolito, è stato negli scorsi mesi riconosciuto come metodo scientifico su una rivista americana. La TMA Terapia Multisistemica in Acqua che utilizza l’acqua come attivatore emozionale, sensoriale, motorio, capace di spingere il soggetto con disturbi della comunicazione, relazione, autismo e disturbi generalizzati dello sviluppo ad una relazione significativa. “Nel 2009 la città di Foggia ha ospitato il primo corso per formare gli operatori TMA, poi negli anni a seguire abbiamo avviato percorsi di formazione in tutta Italia – ha raccontato a l’Immediato Giovanni Ippolito -. Siamo reduci dall’ Abbracciata collettiva, la manifestazione nazionale che ha coinvolto 11 città e registrato 8mila partecipanti nello scorso weekend. La maratona di nuoto della durata di 30 ore (che si è svolta presso il Mirage Village) è un modo per avvicinare a noi ed abbracciare le famiglie e bambini autistici, impegnati in percorsi di vita faticosi. Sono stati percorsi 22 km in tutta Italia. La cosa più bella – aggiunge – è vedere la gioia negli occhi dei genitori che in occasioni come queste si sentono uguali a tutte le altre famiglie. Obiettivi futuri? Ci aspettiamo di poter andare all’estero, ci sono già stati contatti con Spagna e Brasile, vogliamo portare la nostra terapia nei loro territori”. Non solo nuoto nello scorso weekend a Foggia,  anche una special class di spinning.

Ippolito è promotore e supervisore di numerosi progetti finalizzati a migliorare la vita dei bambini e ragazzi diversamente abili, con disturbo dello spettro autistico, disturbi relazionali e comportamentali. Svolge la funzione anche di docente a numerosi convegni e corsi di formazione per insegnanti, operatori, educatori, avvocati, medici, infermieri, agenti della Polizia di Stato su tematiche riguardanti la disabilità, il contrasto alla violenza sulle donne, il contrasto alla pedofilia, al maltrattamento e abuso su minori, al bullismo.