Transazioni milionarie con due società, accuse a Landella: “Somme non dovute, ‘colpaccio’ di fine attività”

Accuse del candidato sindaco Mainiero a Landella: “Si vorrebbe chiudere la vicenda, riconoscendo alla RACO srl altri soldi dei cittadini: 1,7 milioni di euro per la precisione e 2.3 milioni alla Madaga srl”

Landella tenta il ‘colpaccio’, siamo al ‘fuori tutto’ di fine attività. La consiliatura volge al termine e lui con la sua sgangherata maggioranza che non riesce a trovare i numeri dal dicembre 2018, ci riprova. 4 Milioni di euro da ‘ripartire’ tra la RA.CO srl e la Madaga srl. A tanto ammontano le due transazioni a cui si lavora ‘alacremente’ da 4 anni”. A dichiararlo è il consigliere comunale e candidato sindaco alle prossime Amministrative, Giuseppe Mainiero.

“Due vicende sulle quali Landella ed i sui ‘pretoriani’ non mollano. Una storia di ‘urbanistica’, che parte con la seconda giunta Agostinacchio, dove si può osservare come i ‘suoli possano camminare’ e parliamo della ‘vicenda madaga’, e la storia infinita dei lavori di restauro del Teatro Umberto Giordano, pomposamente inaugurato da Landella peccato che abbia omesso, con la sua Giunta, di adottare atti a tutela delle tasse dei foggiani. Si vorrebbe chiudere la vicenda, riconoscendo alla RACO srl altri soldi dei cittadini: 1,7 milioni di euro per la precisione e 2.3 milioni alla Madaga srl. Peccato che queste somme non siano assolutamente dovute. Questa la sostanza di due pregiudiziali, formalmente depositate,  e trasmesse alle autorità competenti tutte, che oggi ‘forse’ discuteremo in aula, sempre se la maggioranza non scappa”.





Change privacy settings