Mafia, Libera ricorda anche le vittime del caporalato a Foggia. È la prima volta che accade

Durante la manifestazione, saranno letti i nomi di oltre mille persone, tra queste i braccianti agricoli deceduti l’estate scorsa in Capitanata

Tutto pronto per la 24esima Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che si terrà domani, giovedì 21 marzo. L’anno scorso fu Foggia la città italiana capitale dell’iniziativa, quest’anno sarà Padova mentre la tappa pugliese si terrà a Brindisi. Durante la manifestazione, saranno letti i nomi di oltre mille vittime delle mafie.

Tra questi, per la prima volta in assoluto, saranno letti anche i nomi delle vittime di caporalato, compresi i 16 braccianti agricoli morti in due terribili incidenti stradali la scorsa estate in Capitanata. La marcia, che sarà aperta dai familiari delle vittime tra i quali anche le mogli dei fratelli Luigi e Aurelio Luciani, uccisi nel quadruplice omicidio di San Marco in Lamis dell’agosto 2017, partirà alle 9 dal Tribunale di Brindisi e si concluderà a mezzogiorno in piazza Santa Teresa. Qui saranno letti i nomi delle vittime delle mafie, e ci sarà il collegamento con la manifestazione nazionale di Padova dove interverrà il presidente di Libera, don Luigi Ciotti.



In questo articolo: