Stop alla plastica sulle spiagge, Puglia prima regione d’Italia a tutelare il mare. Piemontese: “Accordo con lidi”

La notizia arriva dall’assessore al Bilancio con delega al demanio marittimo, Raffaele Piemontese, al termine della riunione svoltasi ieri pomeriggio con i rappresentanti dei sindacati dei balneari e delle associazioni ambientaliste

“La Puglia anche questa volta è all’avanguardia. Siamo la prima regione in Italia a rinunciare alla plastica per salvare la bellezza del nostro mare. È il nostro contributo per il Venerdì del Futuro che anche domani mobiliterà i ragazzi in tutto il mondo nella sfida contro il cambiamento climatico che sta ipotecando il futuro di tutti”.

Lo ha detto l’assessore regionale al Bilancio con delega al demanio marittimo, Raffaele Piemontese, al termine della riunione svoltasi ieri pomeriggio con i rappresentanti dei sindacati dei balneari e delle associazioni ambientaliste per il confronto sull’ordinanza balneare 2019.

“Oggi, d’intesa con il presidente Emiliano, ho proposto ai rappresentanti degli stabilimenti balneari, che hanno condiviso all’unanimità, la decisione di dire stop, sin da questa stagione estiva, alla plastica sui nostri lidi, a favore invece di materiale compostabile e monouso. È un risultato prezioso per l’equilibrio futuro del nostro ambiente marino. Siamo orgogliosi di poter mettere questo altro tassello in una Puglia sempre più green e ambientalista. Con questa ordinanza – ha concluso Piemontese – la Puglia anticipa di due anni l’attuazione della direttiva comunitaria che vieterà dal 2021 l’utilizzo della plastica monouso. È un bel traguardo per spiagge sempre più sostenibili dal punto di vista ambientale”.