“Ciao, sono NAO”: ecco il robottino che parla e cammina. Aiuterà bimbi autistici e con difficoltà sociali

Diverrà un vero e proprio amico dei piccoli dai 3 ai 12 anni. Dal prossimo 8 febbraio partiranno i laboratori che favoriranno l’integrazione e l’inclusione sociale

“Ciao sono NAO, sono arrivato a Foggia nella sede de “Il girasole” e dall’8 febbraio inizieremo i laboratori con i bambini. Sono certo che ci divertiremo”. Parla e cammina, Nao il robottino amico dei bambini autistici e con difficoltà sociali che favorirà l’integrazione e l’inclusione sociale dei piccoli dai 3 ai 12 anni (divisi in tre fasce d’età) e dei loro genitori. Il percorso di crescita è uno degli obiettivi principali di “NAO – Nuove Abilità e Opportunità”, il progetto dell’Associazione Il Girasole tra i vincitori di ‘Orizzonti Solidali’ 2018, il bando di concorso rivolto al terzo settore pugliese promosso dalla Fondazione in collaborazione con i supermercati Dok, A&O, Famila e Iperfamila e con il patrocinio della Regione Puglia e del suo assessorato al Welfare. 30mila euro è il costo del finanziamento.

Innovazione. La robotica educativa, intesa come scienza che facilita la collaborazione promuovendo le attitudini creative dei bambini, si concretizzerà nel rapporto col bambino che potrà interagire con l’umanoide NAO. “Lavoreremo sullo sviluppo delle abilità sia cognitive che sociali in cui molti bimbi con difficoltà sono carenti – ha spiegato a lImmediato, Cristina Bubici, psicoterapeuta e referente del progetto  -. L’attenzione, l’aggancio visivo, la relazione, la comunicazione verbale e non verbale: questi gli aspetti su cui ci concentreremo. Ci auguriamo di ricevere dei bei risultati perché è uno strumento molto attraente per i bambini destinatari dell’intervento”. Uno strumento di mediazione che faciliterà la creazione di relazioni sia fra i bambini che fra essi e gli esperti.

Integrazione. “Si tratta di un progetto importantissimo per i bambini della nostra città – ha detto Claudia Lioia, Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Foggia -. Come servizio scolastico cerchiamo sempre di incrementare i progetti che mirano all’integrazione sociale ed educativa dei bambini con difficoltà. Progetti come questi meritano tutto il nostro supporto e la nostra attenzione”. Alla presentazione, tenutasi questa mattina a Palazzo di Città, erano presenti anche Daniela Balducci in rappresentanza della Fondazione Megamark; la Asl di Foggia e l’Ordine degli Psicologi.

Oltre al robot NAO, che sarà presente e “lavorerà” con i bambini in tutti i laboratori, saranno utilizzati anche i kit per le discipline STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica). Inoltre i bambini più grandi saranno impegnati anche nella costruzione di un robot e nella relativa programmazione mediante Bluetooth, utile per migliorare le capacità di risoluzione dei problemi ed applicare la logica.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come