Torna la neve a bassa quota, nuova ondata di freddo dal Polo Nord. Puglia tra le regioni più esposte

Su Abruzzo e Gargano si potranno imbiancare le aree collinari fino a 300-400 metri di quota. Neve attorno ai 500-600 metri nel sud della Puglia

Una nuova ondata di maltempo interesserà nelle prossime ore il Sud, in particolare la Puglia. “Nelle prossime ore la situazione meteo risulterà assai compromessa al sud – spiegano gli esperti di IlMeteo.it -, sulla Sardegna fino ai versanti adriatici specie fra Abruzzo, Molise e Puglia. Piogge e temporali interesseranno diffusamente queste Regioni con qualche rovescio più intenso nel sud peninsulare. Ma attenzione anche alla neve la quale, soprattutto verso sera, potrà cadere anche a quote basse sull’area adriatica. Su Abruzzo e Gargano si potranno imbiancare le aree collinari fino a 300-400 metri di quota. Neve attorno ai 500-600 metri nel sud della Puglia, della Campania e sulla Sardegna. A quote più alte invece fra la Calabria e sulle zone etnee. Prestare molta attenzione anche ai forti venti di Maestrale con possibili mareggiate sulla Sardegna. Venti forti anche al sud con moto ondoso in deciso aumento. Tempo tranquillo invece sull’area tirrenica del centro e su tutto il nord salvo qualche timido disturbo nel sud della Romagna in serata”.

“Il freddo maltempo insisterà poi per tutta la giornata di giovedì e si accanirà specialmente su tutto il versante adriatico – precisano -, dalla Marche a scendere su Abruzzo, Molise e Puglia. Le neve cadrà a quote basse attorno ai 200-300 metri fino all’area garganica ed in ulteriore calo dalla serata. Piogge su Campania, Calabria tirrenica e nord della Sicilia con neve attorno ai 500-600 metri. Migliora invece il tempo sulla Sardegna. Insistono venti forti e possibili mareggiate sulle due Isole maggiori. Vento forte e moto ondoso in ulteriore aumento anche sul medio e basso Adriatico”.

“Venerdì il maltempo comincerà molto lentamente ad attenuarsi ma insisteranno piogge e nevicate a bassa quota su fascia adriatica centrale e meridionale – concludono -. Piovaschi e qualche temporale ancora possibile su basso Tirreno con neve attorno ai 700-800 metri sui monti calabresi e zone dell’Etna. Forti venti sulle medesime zone. Meglio andranno le cose su Sabato quando si attarderà solo una parziale instabilità sulla Sicilia, mentre il meteo andrà migliorando altrove seppur ancora in un conteso ventoso e con mari molto mossi”.



In questo articolo: