Verso la chiusura Unieuro a Foggia, feste amare per i lavoratori. Brusco calo vendite

“La Società ha dovuto constatare, nonostante gli sforzi profusi per il rilancio delle attività, la permanenza di una situazione di esubero strutturale”

Brutta tegola per i lavoratori dell’Unieuro di Foggia. Il negozio aperto in pieno centro circa due anni fa sarebbe già prossimo alla chiusura. Il prossimo mese di marzo inizieranno le operazioni di smantellamento e svuotamento “da cose e persone”. Il destino di 20 famiglie foggiane, a meno di un clamoroso passo indietro dell’azienda che sembrerebbe aver deciso per la chiusura definitiva del negozio, sembra tracciato. Dopo Trony anche Unieuro si appresterebbe a lasciare la nostra città. Motivo? Il brusco calo delle vendite, nonostante una politica commerciale aggressiva di “sotto costi”.

Le sigle sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl, UILtuCS in un incontro con i rappresentanti aziendali di Unieuro avevano già registrato la volontà dell’azienda di procedere ai licenziamenti nei punti vendita di Foggia e Lanciano in quanto “la Società – si legge nel documento di accordo sindacale – ha dovuto constatare, nonostante gli sforzi profusi per il rilancio delle attività, la permanenza di una situazione di esubero strutturale”.

“A onor del vero – fanno sapere dagli ambienti sindacali – è la politica del format commerciale che si sta rivelando fallimentare, non possono coesistere diversi negozi che si occupano di distribuzione di prodotti elettronici di consumo in un territorio dove il Pil è piuttosto basso (Trony, Unieuro, Euronics, Mediaworld). Le istituzioni e le rappresentanze sindacali non se ne stanno occupando o a dir il vero se ne stanno occupando pochissimo.
La nostra città con tante crisi occupazionali in essere, non può permettersi di aggregarsi ancora un cospicuo numero di propri concittadini, senza lavoro. Si lancia un appello alle istituzioni affinché se ne occupino maggiormente delle crisi occupazionali e non solo di divertimento per i cittadini”.

 



In questo articolo: