Il miele del Gargano tra i migliori d’Italia, una goccia d’oro all’azienda Pavone Iannelli

Si tratta dell’ennesimo riconoscimento per l’azienda guidata dai coniugi Enzo Pavone e Daniela D’Amato. Lo scorso anno, alla durissima selezione di BiolMiel erano riusciti a conquistare ben tre premi

Ancora un premio nazionale per il miele di Capitanata. Dopo il successo dello scorso anno a BiolMiel, dove aveva conquistato ben tre premi, la famiglia Pavone-Iannelli, lo scorso 16 settembre a Castel San Pietro Terme, è stata premiata al concorso nazionale Grandi Mieli d’Italia.  All’Apina la Regina del Miele è stata assegnata Una goccia d’oro per la produzione del miele di Marruca Bio. La famiglia Pavone Iannelli, con Apina la Regina del Miele, neonata azienda degli storici apicoltori della nostra provincia, ha partecipato al concorso per la selezione dei migliori mieli di produzione nazionale con l’uniflorale estivo di marruca, prodotto nella zona di Sannicandro Garganico.

Si tratta dell’ennesimo riconoscimento per l’azienda guidata dai coniugi Enzo Pavone e Daniela D’Amato. Lo scorso anno, alla durissima selezione di BiolMiel erano riusciti a conquistare ben tre premi, due medaglie d’oro e una d’argento, per tre diverse produzioni di millefiori bio. Promosso dall’Osservatorio Nazionale Miele, il concorso Grandi Mieli d’Italia è un premio prestigiosissimo cui partecipano centinaia di apicoltori provenienti da tutta Italia. Tre le sezioni dedicate: Mille mieli, dedicato ai mieli multiflorali, i Grandi mieli di Sicilia, riservato alle produzioni siciliane e i Mieli da apicoltura biologica.

Quest’anno sono stati 1124 i mieli presentati alla selezione, ma solo 426 quelli premiati (16 con 3 Gocce d’Oro, 158 con 2 Gocce d’oro e 252 con 1 Goccia d’oro).  Ogni campione è analizzato da tre diversi laboratori specializzati per le analisi chimiche e organolettiche, sottoposto ad analisi sensoriale (gustativo, olfattivo e tattile) da parte di 75 esperti iscritti all’albo nazionale, riuniti in 15 giurie. I mieli selezionati sono premiati con Una, Due e Tre Gocce d’Oro.  “Siamo orgogliosi di questo nuovo premio, è un riconoscimento assegnato al nostro lavoro, perché prima di tutto siamo allevatori di api – dice Vincenzo Pavone -. Ai nostri alveari ci dedichiamo quotidianamente, e la produzione di miele è solo una parte di un lavoro complesso ma estremamente affascinante”. Come conoscere le aziende premiate e rintracciare i mieli selezionati? Semplicissimo, perché Grandi Mieli d’Italia pubblica, ogni anno, la Guida Tre Gocce d’Oro con l’indicazione dei mieli e dei produttori premiati nonché dei territori di produzione, e grazie ad una App e la georeferenziazione è possibile raggiungere l’apicoltore nella regione e nella zona desiderata.  Si potrà gustare miele puro, senza additivi ed antibiotici, naturale al 100%, e made in Capitanata. 

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings