67 nuovi poliziotti in Puglia, il governo Conte potenzia gli organici a Foggia e Brindisi

La situazione della criminalità sul territorio pugliese registra dal 2016 una tendenziale diminuzione, circa l’andamento generale dei delitti. Il trend positivo è confermato anche dai dati del primo semestre di quest’anno

“Accogliamo con enorme soddisfazione la decisione del nuovo Governo di aumentare di 67 unità gli organici della polizia di Stato della Regione Puglia, questo dimostra una profonda attenzione per la sicurezza dei pugliesi e per il problema della criminalità in Puglia che in molteplici occasioni anche noi consiglieri regionali abbiamo denunciato. Lo Stato è dalla parte dei cittadini onesti”. Lo dichiarano gli otto consiglieri regionali del M5S Puglia commentando l’annuncio del sottosegretario Carlo Sibilia che ieri, rispondendo in commissione Affari Costituzionali alla Camera ad un question time presentato dai deputati pugliesi Anna Macina e Giuseppe D’Ambrosio, ha comunicato l’intenzione del Governo di potenziare gli organici delle forze dell’ordine in Puglia.

Il testo dell’impegno del Governo

“La situazione della criminalità sul territorio pugliese registra dal 2016 una tendenziale diminuzione, circa l’andamento generale dei delitti. Il trend positivo è confermato anche dai dati del primo semestre del corrente anno che registrano una diminuzione pari all’8 per cento rispetto allo stesso periodo del 2017. Analogo andamento si riscontra anche nel territorio del comune di Brindisi, con una diminuzione significativa di oltre il 10 per cento nei primi sei mesi del 2018 rispetto al 2017. Si segnala, altresì, che nel periodo gennaio-giugno del corrente anno sono state quasi 29 mila le persone denunciate ed arrestate sull’intero territorio regionale, mentre 1.100 sono quelle denunciate ed arrestate nel territorio comunale di Brindisi. Tali dati confermano la costante attenzione che le Forze di polizia riservano alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica sul territorio pugliese. A tal proposito, al fine di incrementare l’attività di prevenzione e di contrasto ad ogni forma di illegalità, le stesse Forze di polizia ottimizzano l’impiego delle risorse disponibili rimodulando, nel corso di apposite riunioni tecniche interforze, i servizi di prevenzione generale sulla base delle criticità riscontrate e secondo specifiche strategie che garantiscono sempre un’adeguata presenza di personale sul territorio.

L’attività dei Reparti Prevenzione Crimine della Polizia di Stato ha visto, nel periodo dall’ 1 gennaio al 15 luglio del corrente anno, complessivamente 613 interventi con l’impeigo di 6.815 equipaggi. Ciò ha consentito l’arresto di 133 per-sone e la denuncia di 214; sono state, altresì, controllate 95.446 persone. Per quanto concerne la situazione degli organici della Polizia di Stato, presso gli Uffici a presidio della regione Puglia risultano in forza 4.581 appartenenti ai ruoli operativi. Tale dotazione sarà incre-mentata nei prossimi mesi con l’immissione, in diverse questure della provincia, di ulteriori 67 unità di personale appar-tenenti ai ruoli dei Sovrintendenti e degli Assistenti ed Agenti. Quanto, infine, all’adeguatezza dei Presidi e con specifico riferimento alla presenza della criminalità organizzata, c’è la massima attenzione delle strutture preposte sulla dislocazione territoriale delle forze di polizia, come dimostra, tra l’altro la recente istituzione del terzo Reparto prevenzione crimine della Polizia di Stato nella regione, a San Severo, in provincia di Foggia”.





Change privacy settings