Morto Raffaele Licinio, medievalista da sempre legato alla storia di Capitanata

È scomparso quest’oggi l’accademico barese Raffaele Licinio. A darne notizia sui social l’ex Rettore Giuliano Volpe e Loris Castriota Skanderbegh.
“Oltre ad essere uno dei più grandi medievisti al mondo, è stato un docente universitario amatissimo, un marito e un padre speciale, un protagonista della vita culturale ed anche politica pugliese da decenni”, ha scritto il giornalista del Fai.
“Ha contribuito, con la sua sapienza senza pari, con la sua meravigliosa ironia, con una capacità comunicativa che ha pochi eguali, a formare generazioni di validissimi studiosi di storia e, in particolare di Medioevo. Aveva cancellato, a volte con interventi severi, ma il più delle volte con inimitabile humor, luoghi comuni, errori clamorosi, inaccettabili preconcetti sul Medioevo, e soprattutto le tante sciocchezze che si dicono e scrivono sulla storia della Puglia di quei secoli”.

Qualche mese fa nell’Auditorium “Santa Chiara” di Foggia, per il settimo degli “Appuntamenti con la Storia”, organizzati dall’Amministrazione comunale di Foggia, in collaborazione con la Fondazione “Apulia Felix” e con l’Università degli Studi di Foggia – Dipartimento di Studi Umanistici – Cattedra di Storia Medievali c’era stata la cerimonia di consegna dei volumi per Raffaele Licinio “Uomini, terre e lavoro nel Mezzogiorno medievale” (riedizione di alcuni lavori di Licinio a cura dell’Istituto Storico Italiano per il Medioevo) e “Apprendere ciò che si vive. Studi offerti a Raffaele Licinio” (Edipuglia, 2017) a cura di Francesco Violante e Victor Rivera.
Raffaele Licinio è stato professore ordinario di Storia medievale nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bari, sino al 1999 docente di Antichità e Istituzioni medievali nella stessa Facoltà e dal 2001 docente per supplenza di Storia medievale nella Facoltà di Lettere dell’Università di Foggia, direttore da novembre 2002 del Centro di Studi normanno-svevi dell’Università di Bari, già direttore dei Corsi di Perfezionamento in Storia del Mezzogiorno medievale e Cinema e Storia della stessa Università, fondatore e direttore tra 1995 e 1998 della “Scuola-Laboratorio di Medievistica” di Troia.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come