Barriere architettoniche a Foggia, Vigiano sospende sciopero fame. “Sindaco ha colto essenza del mio gesto”

“Da questa mattina ho sospeso lo sciopero della fame e di tanto ringrazio il Sindaco Landella, che con orgoglio riscopro il mio Sindaco, in quanto ha saputo cogliere la vera essenza del mio gesto, dandomi certezze circa la realizzazione in tempi brevi del PEBA (piano di eliminazione delle barriere architettoniche) e invitandomi a tal fine a collaborare con l’amministrazione comunale, invito che colgo, anzi ribadisco, con fierezza e con il massimo spirito di sacrificio”. Così il consigliere comunale, Antonio Vigiano nell’annunciare di aver sospeso la manifestazione di protesta annunciata ieri l’altro.

“Ringrazio anche chi ha inteso svilire il mio gesto a “demagogia” e a semplice “ribalta mediatica”, inconsapevole della mia storia personale e dei miei traguardi in ambito sociale, che non sono certo i tagli di nastro o la semplice partecipazione ad eventi sulla disabilità.

Ringrazio poi i pochi attestati di stima ricevuti e i tanti, troppi, silenzi, soprattutto da parte di coloro che ogni giorno vivono la disabilità, parlano di disabilità, criticano in nome della disabilità.

Ringrazio ancora chi ogni giorno proferisce invettive contro la politica, denunciando, anche a giusta ragione, gli sprechi e i pochi benefici che porta a vantaggio della comunità, e poi rimane inerme o gira la testa dall’altra parte di fronte ad un gesto di altruismo e di amore verso il prossimo, principi questi che dovrebbero essere la vera essenza della politica.

Ringrazio, infine, Massimiliano Contini, un ragazzo semplice con tanta voglia di vivere appieno la sua vita, a cui dedico il mio sacrificio, anche se durato per soli due giorni, e che spero un giorno diventi espressione della politica cittadina, in quanto sa emozionare e sa scuotere le coscienze, come ha scosso la mia”.

Sulla questione ecco la nota del sindaco di Foggia, Franco Landella: “Sulla redazione del Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche si è verificato un cortocircuito comunicativo, frutto dell’attenzione che tutti riserviamo a questo tema, delicato ed importante. Un’attenzione che riguarda sia l’assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Bove, sia il consigliere comunale Antonio Vigiano, il cui impegno in questo campo è noto.

È per questo che occorre fare sintesi e lavorare tutti per il raggiungimento dello stesso obiettivo. Perché è appunto questo l’intendimento di ogni soggetto istituzionale ed associativo che si muove in questo ambito con consigli, sollecitazioni e contributi.

Naturalmente la redazione del PEBA non può avere tempi rapidi, come è stato spiegato. E tuttavia, proprio per questo, è importante e fondamentale che si operi fianco a fianco, senza divisioni.

Pertanto invito il consigliere comunale Vigiano a sospendere il suo sciopero della fame – azione politica di cui ho il massimo rispetto – ed a essere presente il prossimo giovedì 15 gennaio all’incontro che il dirigente dell’Area Tecnica e del Servizio Lavori Pubblici del Comune, ingegner Paolo Affatato, terrà con il direttore del Dipartimento di Architettura dell’Università di Pescara, professor Paolo Fusero.

Sono certo che il consigliere Vigiano vorrà accogliere questo mio appello, lavorando insieme a noi per il raggiungimento di questo obiettivo di dignità e di civiltà, che mai prima d’ora è stato centrato e per il quale l’attuale Amministrazione comunale si sta adoperando, come dimostrano gli interventi messi in campo sugli istituti comunali e sulle scuole dell’infanzia”.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come