Gargano: stalking e maxi furto di olive (140 chili), tre arresti dell’Arma

D’ERRICO NICOLA

I carabinieri della Compagnia di Vico del Gargano hanno effettuato tre arresti in due distinte operazioni di servizio. Nella prima operazione, a Carpino, i militari della locale Stazione Carabinieri, con l’ausilio di personale della Stazione di Cagnano Varano, hanno arrestato in flagranza di reato il 40enne Nicola D’Errico ed il 45enne, cittadino rumeno, Genu Nechifor, con l’accusa di furto aggravato. I due, infatti, sono stati sorpresi e bloccati dai carabinieri in un terreno privato, in località “Coppa”, mentre stavano asportando circa 140 chili di olive. La refurtiva, del valore orientativo di 150 euro, è stata restituita al legittimo proprietario. I due, dopo le formalità di rito, sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari.

NECHIFOR GENU
MOLINARO ANTONIO

A Ischitella, invece, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno tratto in arresto il 20enne Antonio Molinaro in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’Ufficio gip presso il Tribunale della Repubblica di Foggia per atti persecutori. Il provvedimento è scattato a seguito di un’accurata attività d’indagine condotta dall’Arma di Ischitella, che ha permesso di far luce su una serie di comportamenti violenti e vessatori posti in essere dal giovane nei confronti dell’ex convivente, consistenti in minacce, pedinamenti e molestie che avevano cagionato alla donna un perdurante e grave stato d’ansia, e le avevano ingenerato un fondato timore per la propria incolumità. Molinaro, dopo le formalità di rito, è stato condotto in carcere a Foggia.