Torna il Giordano In Jazz Winter Edition, apertura con “The Corea Gadd Band”

Pochi giorni all’avvio della terza edizione del Giordano In Jazz Winter Edition, il festival ideato e promosso dal Comune di Foggia che propone concerti e iniziative musicali e culturali di spessore internazionale, con uno sguardo privilegiato al mondo del jazz. Anche quest’anno, cornice degli eventi saranno il Teatro “Umberto Giordano”, Piazza Cesare Battisti e la Sala “Fedora” per i Matinée.
Il format ormai consolidato, organizzato in collaborazione con Moody Jazz Cafè, ogni anno fa riscontrare un grande successo di pubblico e di critica. In questa terza edizione invernale, in omaggio al compositore foggiano che gli dà il nome, l’evento si presenta in versione speciale, proprio in coincidenza con il 150° anno dalla nascita di Giordano e propone 5 concerti:
– 6 novembre The Corea/Gadd Band (Teatro Giordano);
– 9 novembre Matthew Withaker (Teatro Giordano);
– 15 novembre HG Funktronik, in collaborazione con l’Istituto Culturale Coreano (Teatro Giordano);
– 28 novembre Dave Douglas & Chet Doxas: Riverside with special guest Carla Bley, featuring Steve Swallow and Jim Doxas (Teatro Giordano);
– 25 dicembre Vincent Bohanan & The Sound of Victory (piazza Cesare Battisti).

Ad arricchire la proposta culturale 6 matineé, in programma alle ore 11 nella bellissima Sala “Fedora” del Teatro Umberto Giordano:
– 12 novembre Enrico Merlin: presentazione del libro Miles Davis 1959. A Day-By-Day Chronology;
– 19 novembre Danny Grisset; 26 novembre Luciano Vanni e a seguire Musica da ripostiglio con Luca Pirozzi e Luca Giacomelli;
– 3 dicembre Emanuele Cisi, Rosario Bonaccorso, Dino Rubino;
– 10 dicembre Aldo Franceschini e Fabio Ciminiera a seguire Marco Di Battista e Franco Finucci;
– 17 dicembre, Ugo Sbisà a seguire Donatello D’Attoma. I Matinée in Sala Fedora saranno chiusi con una serie di degustazioni prodotti a chilometro 0.

“Continuiamo a puntare sulla cultura e su un nuovo modo di raccontare Foggia e il suo patrimonio –commenta Franco Landella, sindaco di Foggia–. Non potevamo non raccogliere l’entusiasmo e la grande partecipazione che il pubblico sta riservando alla ‘operazione Giordano in Jazz’. Quest’anno più che mai, nel lungo percorso di celebrazione dei 150 anni dalla nascita di Umberto Giordano, avevamo il dovere di puntare più in alto e così stiamo facendo, con un cartellone davvero eccezionale”.
“Iniziare con un ‘gigante’ del jazz mondiale come Chick Corea, che ha fatto registrare il tutto esaurito in poco meno di 48 ore, con il progetto ‘corea Gadd Band’, mi sembra una credenziale importante per GIJ 2017-Winter Edition – sottolinea Anna Paola Giuliani, assessore comunale alla Cultura -. Continuiamo a proporre un festival jazz di altissimo livello, in linea con una lunga tradizione foggiana di ricerca e sperimentazione sonora. Stiamo riscoprendo tanta voglia di partecipare e di vivere e questo ci stimola a fare sempre di più e meglio. Un’amministrazione attenta alle esigenze della comunità deve osare e noi proseguiamo in quel complesso processo di rinascimento culturale che si sta generando intorno allo straordinario contenitore culturale che è il teatro Umberto Giordano”.
“Continuiamo a coltivare bellezza – sottolinea Carlo Dicesare, dirigente del Servizio Cultura del Comune–, con iniziative di spessore dal riconoscimento del valore culturale dell’anno giordaniano da parte del MiBACT, alle grandi produzioni di opere di Umberto Giordano, passando per il coinvolgimento della comunità con ‘Il Teatro Ha Classe’ e ‘Giordano In Jazz’ che si conferma evento di straordinario valore musicale”.





Change privacy settings