“Vëllazëria”, il festival che fa incontrare le comunità italo-albanesi a Casalvecchio di Puglia

Musica, danze, sapori, colori e cultura si fondono insieme per una tre giorni di festa a Casalvecchio di Puglia. “Vëllazëria” è il festival che farà incontrare le tradizioni delle comunità arbëreshë, le enclave culturali storiche italo-albanesi, giunte in Italia tra XV e XVIII secolo. Diverse regioni del Mezzogiorno incontrano quelle dell’Albania, rappresentate da due gruppi folk provenienti dal nord e dal sud del Paese delle Aquile.

Ad illustrare i particolari dell’evento, questa mattina a Palazzo Dogana, il vice presidente della Provincia di Foggia Rosario Cusmai , il sindaco di Casalvecchio di Puglia Noè Andreano, e il giornalista Loris Castriota Skanderbegh. “Un festival che mette a confronto diverse tradizioni di carattere multiculturale – lo ha definito Cusmai -. La prima edizione di questa manifestazione si presta a diventare di più ampio respiro per il futuro di tutta la comunità del Comune di Casalvecchio”.

L’oralitià è la caratteristica più lampante del popolo albanese della diaspora in Italia. La musica è da sempre uno degli studenti più diretti e immediati con il quale il popolo arbëreshë racconta se stesso. Esso rafforza quel profondo senso d’identità e quell’innato orgoglio etnico rimasto immutato per secoli. Nelle canzoni arbëreshë c’è tutta l’essenza di un popolo sfuggito dalla Penisola Balcanica e guidato dal condottiero Giorgio Castriota Skanderberg, che andò ad abitare nelle terre d’Italia centro-meridionale per sottrarsi alla dominazione turco-ottomana. I canti degli albanesi narrano dei fidanzamenti, matrimoni, ninnananne, lamenti funebri ma anche di antichi eroi. Gioia,tristezza, orgoglio di un popolo fiero delle proprie radici e della propria identità culturale.

La Festa della Fratellanza rientra nel progetto “Monti Dauni”: valorizzazione integrata delle eccellenze di carattere culturale, religioso, paesaggistico ed enogastronomico. “Il programma del festival è molto ricco – ha spiegato il sindaco Noè Andreano -. Partiremo con i laboratori di ricerca visiva, rassegne musicali con gruppi folkloristici, stage di danza e diversi momenti conviviali. Il nostro obiettivo è quello di proporre un turismo diverso, non di massa come quello balneare, ma ospitale, oltre che culturale. Deve essere una vera e propria opportunità per l’identità del nostro territorio.”

“Vëllazëria” è patrocinato da PugliaPromozione, Regione Puglia e MiBACT con il patrocinio della Provincia d Foggia, Borghi Autentici d’Italia, Comunità Ospitali, Gal Maridaunia, Unione dei Casali Dauni ( Casalvecchio di Puglia, Casalnuovo Monterotaro e Castelnuovo della Daunia).





Change privacy settings