Raid in aziende marchigiane, cinque foggiani condannati alla reclusione

Le otto persone arrestate dai carabinieri di Osimo. In alto, da sinistra: Giuseppe Console, Antonio Di Canio, Gaetano Di Canio, Michele Di Canio. Sotto, da sinistra, Michele Soccio, Pasquale Sarrocco, Giorgio La Gatta e Michele Di Canio

Raid nel Centro-Nord Italia, ecco le condanne per cinque foggiani. 3 anni e 4 mesi a Michele Di Canio, 42 anni. Due anni di reclusione (pena sospesa) per l’omonimo 21enne, 3 anni e 2 mesi a testa a Gaetano Di Canio, 47 anni, Giorgio La Gatta, 31 anni e Giuseppe Console, 61 anni. Coinvolti anche altri tre foggiani, rinviati a giudizio. Tutti questi soggetti sono stati arrestati a gennaio dai carabinieri che erano sulle tracce della banda già da tempo. Il gruppo criminale era infatti sospettato di aver messo a segno numerosi furti in depositi di aziende nelle Marche. Questo processo è la costola della più ampia operazione denominata “Gargano”, sfociata a marzo scorso con l’emissione di 6 ordinanze cautelari nei confronti di altrettanti foggiani, alcuni dei quali adesso condannati.



In questo articolo: