Dall’Europa spiragli per il Gino Lisa, Gentile: “Ora Regione Puglia non ha più alibi”

“La commissione europea ha pubblicato in queste ore le nuove direttive sugli aiuti di Stato. Dunque nessun alibi può reggere di fronte alle legittime aspettative del territorio e del suo Sistema d’impresa. Si chiude il sipario sul teatrino che da troppo tempo la politica regionale ha offerto soprattutto sul nostro territorio”. Questo il commento dell’eurodeputato Elena Gentile sul provvedimento della Commissione europea sugli aiuti di Stato.

“Tutto ora dipende dall’effettiva volontà della Regione Puglia e dal suo presidente che dovrà finalmente assumere una decisione e non buttare sempre la palla in calcio d’angolo. Avevamo anticipato – afferma la Gentile – il tenore del provvedimento che dimostra ancora una volta la volontà più volte espressa dal Parlamento di creare le migliori condizioni possibili per consentire sviluppo e crescita nei territori ed in modo particolare nelle aree interne particolarmente deprivate di infrastrutture”.

“Secondo l’europarlamentare cerignolana, il ruolo dell’aeroporto Gino Lisa di Foggia supera i confini geografici e si inscrive a pieno titolo come Aeroporto di quell’area ionico-adriatica che valorizza l’intero sistema delle aree interne e guarda ai Balcani regione cerniera con l’Oriente. Ora – aggiunge la Gentile -attendiamo l’adozione degli atti formali da parte della giunta che definiscano puntualmente la volontà di chiudere positivamente la vicenda dell’aeroporto di Capitanata. A noi ora il compito – conclude – di immaginare nuove politiche di sviluppo che non possono prescindere da un sistema di trasporti integrato che valorizzi e renda attrattivo il territorio”.