Presepe in fiamme a Foggia, “Noi con Salvini”: “Atto disgustoso e preoccupante”

incendio madonna del rosario

“Disgustoso e preoccupante quanto accaduto a Foggia dove una giovane “risorsa” di 25 anni del Gambia, ha prima distrutto una teca contenente una statua raffigurante la Madonna, e dopo bruciato un presepe nel cortile della Parrocchia della Madonna del Rosario. A rilevarlo i rappresentanti regionali di “Noi con Salvini” che hanno commentato quanto avvenuto nel capoluogo dauno. “Intervenuti i carabinieri – continuano – l’africano dapprima avrebbe giustificato il vile gesto con la sua appartenenza alla religione musulmana, per poi passare ad un tentativo di aggressione nei confronti dei carabinieri che sono comunque riusciti ad arrestarlo”.

Per Rossano Sasso Coordinatore Regionale Noi con Salvini Puglia “l’atto aberrante accaduto quest’oggi non deve assolutamente essere derubricato a gesto isolato da parte di uno squilibrato. La matrice religiosa è chiara ed evidente e manifesta ancora una volta l’impossibilità ad integrarsi con la nostra civiltà da parte di certi individui. Sono molteplici i fatti di cronaca in cui giovani africani si sono resi protagonisti nella nostra regione e non solo di gesti violenti e pericolosissimi, per fortuna questa volta non se la sono presa con persone. Ma non è ugualmente da sottovalutare il gesto e mi auguro – prosegue Sasso – che aldilà della condanna e conseguente espulsione dell’individuo, tale gesto serva a scuotere le coscenze dei foggiani e degli Italiani tutti. È ormai evidente a tutti il tentativo di sottomissione all’Islam sia culturale che militare da parte non di isolati squilibrati, ma di una rete che purtroppo pesca sempre più in tutta Europa. La soluzione – conclude Sasso – è sempre la stessa: stop invasione sulle nostre coste ed espulsione immediata di tutti i clandestini”.