Distrusse locali della chiesa San Pio, ha confessato il responsabile dell’incendio doloso

CHIARULLI Alessandro 1977Alle prime luci dell’alba i militari della stazione carabinieri di Margherita di Savoia, in esecuzione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dall’ufficio del gip presso il Tribunale di Foggia, hanno tratto in arresto Alessandro Chiarulli, nato a Barletta nel 1977.

Il soggetto, a conclusione di una serrata e incessante attività d’indagine, è stato individuato come l’autore dell’incendio doloso appiccato lo scorso 18 ottobre al prefabbricato in legno di circa 250 mq, di proprietà della locale comunità parrocchiale “San Pio”, che era stato individuato dall’amministrazione comunale per ospitare alcuni nuclei familiari sgomberati dagli immobili comunali “ex mercato coperto ed ex scuola media”, occupati abusivamente.

Ingresso della chiesa, foto Giuseppe Capacchione
Ingresso della chiesa, foto Giuseppe Capacchione

Le inconfutabili prove a carico dell’uomo, trovate dai militari operanti, hanno spinto Chiarulli, nei giorni successivi all’incendio, a confessare la propria colpevolezza alla presenza del proprio legale proprio negli uffici della stazione dei carabinieri. Gli elementi raccolti hanno spinto gli investigatori a formulare una richiesta di misura cautelare poiché si è ritenuto che la libertà del soggetto in attesa del giudizio potesse costituire un grave rischio per la locale comunità, già provata da quanto accaduto precedentemente.