Nasce il Teatro della Polvere, nuova realtà culturale foggiana. È il salto di qualità per il CUT

Taglio del nastro

Primo spettacolo inauguraleFoggia da oggi ha una nuova realtà teatrale: il Teatro della Polvere. A giorni diverrà la sede di una omonima associazione culturale, ‘costola’ del Centro Universitario Teatrale e che renderà il progetto di più ampio respiro. Questo anche grazie ai tanti universitari e giovani professionisti del settore che si sono avvicinati al CUT e ne hanno sposato la causa, per un arricchimento reciproco. La compagnia – nata nel 2011 – voleva dare una casa ai suoi progetti, un luogo dove poter ospitare e programmare le varie attività calendarizzate permettendo, di conseguenza, la crescita esponenziale dell’associazione, con una programmazione più ricca e di qualità. La terza stagione teatrale ‘Cultura è Passione’ porterà in scena – da dicembre ad aprile – cinque spettacoli per dieci repliche, tutte produzioni CUT, ad eccezione di una.

Lo spazio off di 160 metri quadrati, un ampio foyer e circa 70 posti in platea fanno da cornice alla nuova sfida teatrale nella nuova sede in via Nicola Parisi. L’apertura ufficiale alla città sarà invece, il prossimo venerdì 9 dicembre, con lo spettacolo ‘Molto rumore per nulla’. Si tratta dell’omaggio che la compagnia universitaria ha voluto tributare al genio del drammaturgo William Shakespeare nell’anno in cui decorrono i 400 anni dalla sua morte e vedrà andare in scena anche una mini-rassegna di Teatro Famiglia.

“Apre un nuovo polo culturale della città, costituito da un gruppo di ragazzi che con coraggio cerca di proporre una propria attività in un quartiere abbastanza difficile – spiega con orgoglio Stefano Corsi, direttore del CUT -. Voglio dedicare un pensiero al coraggio di un uomo che ha dedicato la sua vita al dovere di cittadino, il testimone di giustizia dell’omicidio Panunzio, Mario Nero. Il teatro è confronto, strumento di crescita del singolo e del gruppo, acceleratore di riflessioni sociali e portatore sano di geni per la costituzione di una coscienza civica e collettiva” – ha aggiunto Corsi.

Anna Paola Giuliani

Stagione Teatrale Cultura  Passione“Il Teatro della Polvere vuole offrire una veste più ampia alla città di Foggia. In questo periodo abbiamo toccato molta polvere perchè questa struttura nasce direttamente dalle nostre mani. Questo è lo spirito e il senso della nostra attività”, dice Marcello Strinati, presidente del Teatro della Polvere. 

La stagione teatrale “Cultura è Passione” parte il 9 e l’11 dicembre 2016, con la produzione Cut Foggia/Teatro della Polvere, “Molto rumore per nulla”, una delle più note tragicommedie shakespeariane riadattata in chiave moderna, grazie alla regia di Mariangela Conte e all’adattamento del testo di Marcello Strinati. La compagnia ha deciso di inaugurare il Teatro della Polvere con questo spettacolo a titolo gratuito, e che ha riscosso maggiore successo di pubblico e che vede impegnati – sul palco e dietro le quinte – la compagnia nella sua interezza.

Secondo appuntamento  il 26, 27 e 28 dicembre 2016 con la produzione Cut Foggia/Teatro della Polvere “La maledizione – Una fantastica storia fantastica” di Anna Laura D’Ecclesia. Fuori produzione lo spettacolo del 21 e 22 gennaio 2017 “Richiamo per fagiani” di Igor Chierici.

L’opera sarà incentrata sul tema del traffico illegale di organi. Lo spettacolo sarà interpretato da un giovane talento del territorio, l’attore Luca Cicolella, che per l’occasione torna a calcare le scene della sua città natale insieme a Igor Chierici.                                                                                            

25 e 26 febbraio 2017 la produzione Cut Foggia/Teatro della Polvere porterà in scena “Inferno” di Marcello Strinati. Opera liberamente ispirato alla prima cantica della ‘Comedia’ di Dante Alighieri. Ultimo spettacolo in cartellone l’8 e 9 aprile 2017 con “Cinque tazzine”di Marcello Strinati, un’opera di teatro sociale con un tema portante: il lavoro giovanile.    

Claudio Amorese                                                                        

La compagnia, pronta al salto di qualità, dalle attività laboratoriali alle produzioni originali e dopo tre stagioni teatrali indipendenti, porterà in scena anche due spettacoli di Teatro Famiglia. Il 14 e 15 gennaio 2017 con “Pauli – il mostro del piano di sotto”  e il 18 e 19 Marzo 2017 con “L’isola del tesoro”, entrambi di Marcello Strinati. Gli spettacoli saranno riservati ai soli soci del Teatro della Polvere. 

IMG_1216

“Il CUT merita molta attenzione. Ho riscontrato che la realtà si è moltiplicata e questo non fa che incrementare il segnale di trasmissione di volontà, conoscenza e voglia di fare alla giovani generazioni”, dice l’assessore alle Attività Economiche del Comune di Foggia, Claudio Amorese

Un saluto e un augurio giunge anche dall’assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani, che insieme a Stefano Corsi e Marcello Strinati taglia il nastro dell’inaugurazione. Il Centro Universitario Teatrale per ora mantiene la convenzione con l’Università degli Studi di Foggia, ma si appresta a diventare nel tempo più istituzionalizzato.