Teatro del fuoco, nessuna garanzia per attività e lavoratori. “Trovare soluzione”

rosa barone

Il Teatro del Fuoco è oggi nella disponibilità della Provincia di Foggia, ma dovrebbe transitare al Comune, secondo quanto stabilito dalla legge regionale del 31 ottobre 2015 emanata a completamento della legge Delrio. Al momento, tuttavia, non risulta che il Comune abbia acquisito nè la funzione del teatro né i lavoratori che oggi sono in “mobilità” (in scadenza) sul portale della Provincia. Si esprime in merito la consigliera regionale M5S Rosa Barone che annuncia di aver inviato una missiva al presidente della Provincia Miglio, chiedendogli di adoperarsi in fretta al fine di tutelare sia il teatro che i posti di lavoro.

“Ho scritto una lettera al presidente della Provincia Miglio – dichiara Barone – per chiedere quali siano le condizioni in cui versa l’Ente, e se sia in grado di mantenere sia il teatro che i suoi lavoratori. Vogliamo comprendere se vi sia la volontà da subito di far rimanere la funzione e i lavoratori in Provincia oppure se, al contrario, l’Ente sia disponibile a cedere tutto al Comune”.

La consigliera pentastellata foggiana spiega come, stando a quanto spiegato dai tecnici regionali, la Provincia possa assorbire nel suo organico il personale del teatro, purchè il costo dello stesso rientri nel 50% della spesa complessiva che ha sostenuto nel 2014. In caso contrario, se i lavoratori venissero considerati in sovrannumero, sarebbe legittimo da parte del Comune di Foggia chiederne il passaggio nel proprio organico.

“Va da sé, nello spirito della legge Delrio e del buon senso, che dove va il personale, va anche la funzione. La priorità – conclude Barone – rimane assicurare un futuro sia ai lavoratori che al Teatro stesso, per questa ragione chiedo all’avvocato Miglio di affrettare da subito le fasi del passaggio e di salvaguardare, in qualsiasi modo, i posti di lavoro”.