Manfredonia, via alla festa patronale. Già raccolti 10mila euro per i terremotati di Amatrice

festa madonna manfredonia

Cominciata ieri la 180^Edizione della Festa della Madonna a Manfredonia nel ricordo di tutte le vittime del terremoto. La festa in Onore di Maria Santissima di Siponto – è organizzata dall’Agenzia del Turismo e dal Comitato Festa Patronale, entrambi coordinati da Saverio Mazzone. Quest’anno – fa sapere  Mazzone – le celebrazioni religiose, e di conseguenza quelle civili, non potranno non essere influenzate dal clima di solidarietà, vicinanza e profondo dolore e rispetto nei confronti di tutte quelle comunità – e cittadini – colpiti dal funesto terremoto del Centro Italia di martedì scorso. Di comune accordo con l’amministrazione comunale, in particolar modo con il sindaco Riccardi, l’Agenzia del Turismo ha raccolto – nella sola mattinata di ieri – fra risparmi e gesti di generosità personale, già 10mila euro che verranno interamente devoluti ad Amatrice, la città più colpita dalle scosse violente nei giorni scorsi.
Oggi,  lunedì 29 agosto, primo giorno ufficiale di festa, come da tradizione, verrà aperto alle ore 8.00 con lo sparo dei mortaretti. Il programma civile, oltre la parentesi religiosa legata alla Celebrazione dei Primi Vespri alla Solennità della Beata Vergine Maria di Siponto in programma alle ore 18.30 in Cattedrale, proseguirà con due concerti dei Gran Concerto Bandistico Città di Conversano “G. Ligonzo” (ore 10.30 – Piazza del Popolo e ore 20.30 – Chiostro di Palazzo San Domenico), con lo spettacolo teatrale di Luigi Rignanese alle ore 19.30 a “Le Basiliche” di Siponto e alle ore 20.00 al Chiostro di Palazzo San Domenico con l’inaugurazione della mostra fotografica “Patroni di Puglia – la festa”. La serata si concluderà alle ore 21.30, in Piazza Papa Giovanni XXIII, con il “Rete Smash Live – Amici in Tour 2016” e il concerto di Paola Marotta, Valentina Tesio e Luca Tudisca, vincitrici della penultima edizione di “Amici” di Maria De Filippi.

Manfredonia luminarie festa madonna

Martedì 30 agosto, giornata storicamente dedicata alla devozione e al culto della Madonna di Siponto, appuntamento alle ore 11.00 con la Solenne Celebrazione Eucaristica Pontificale in Cattedrale, con i concerti mattutini e serali (11.10 e 20.30) del Premiato Concerto Bandistico Città di Conversano “G. Piantoni”, con lo spettacolo teatrale di Luigi Rignanese alle ore 19.30 a “Le Basiliche” di Siponto e con la mostra di “Patroni di Puglia”, aperta dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 18.00 alle ore 23.00 fino al 5 settembre. In serata, alle ore 21.30 in Piazza Papa Giovanni XXIII, un gran ritorno a Manfredonia: Fausto Leali in concerto con i suoi più grandi successi, i 55 anni di carriera, i 24 album pubblicati e le sue notti “piene di stelle”.

Mercoledì 31 agosto appuntamento imperdibile con la Processione dell’Icona della Beata Vergine Maria di Siponto. Il cammino di Maria di Siponto, annunciato alle 17.30 dal tradizionale colpo apripista di mortaretto “u’ calcasse”, partirà alle ore 18.30 per poi attraversare quasi tutta la città. Oltre i concerti delle ore 10.30 e delle ore 20.30 con il Gran Concerto Bandistico “G. Piantoni”, speciale live alle ore 22.30 in Piazza Papa Giovanni XXIII con l’estroso e raffinato Giuliano Palma che coinvolgerà la città con una scoppiettante scaletta musicale tratta dal suo ultimo tour estivo “Groovin’ Tour”.  La Festa della Madonna si concluderà all’1.00 in Spiaggia Castello con l’unico spettacolo pirotecnico su piattaforma a mare della Società Pirotecnica “San Pio” di San Severo.

Giovedi 1 settembre coda finale con la Festa a mare dedicata a Sant’Andrea, Patrono dei Pescatori. In un nuovo legame con la città e la categoria, alle ore 17.00 comincerà la processione del santo in mare, mentre alle 20.30 appuntamento con la Festa del Villaggio dei Pescatori (Lungomare di Siponto, Chiesa di Sant’Andrea) e la musica della “Musikando Big Band”. Il fuoco, come ben noto, è stato eliminato. La cifra economica risparmiata – fanno sapere gli organizzatori – andrà a sostenere le comunità terremotate.