Giornata nera sul Gargano, strade allagate e turisti evacuati. L’allerta meteo corre sui social

gargano maltempo

fonte: blog.rodigarganico.info
fonte: blog.rodigarganico.info

Forti criticità sul Gargano, ancora una volta piegato dal maltempo. Oggi, sabato 16 luglio, l’apice del disagio. Strade allagate e circa 200 turisti allontanati dai campeggi già nella serata di venerdì: le zone più colpite sono quelle tra Rodi, Vico del Gargano, Cagnano Varano e San Nicandro. I problemi più gravi sono stati registrati in alcuni camping sulla litoranea per Rodi, dove le tende sono state spazzate via dall’acqua. In particolare tre camping sulla strada interna che collega Rodi Garganico a Lido del Sole dove alcune persone sono state evacuate con i gommoni. Esondato il torrente Romondato. Il piano di evacuazione è stato coordinato dalla Prefettura di Foggia d’intesa con i vigili del fuoco che stanno continuando ad operare sul posto anche con idrovore. Turisti alloggiati in una scuola e in due strutture ricettive della zona. Stanno tutti bene. Sul posto alcune squadre dei vigili del fuoco dai distaccamenti di Vico del Gargano, Lucera e San Severo e sono in arrivo supporti da Lecce, Bari e Ancona.

13731902_1064798176931529_2770742869984781597_o

Ruolo importante lo stanno avendo i social network. I residenti pubblicano foto, video ed avvisi. “Strade bloccate… – scrive una cittadina garganica – Foce Varano-Lido del Sole-Carpino-Crocefisso e Rodi Garganico… si prega la massima attenzione e non uscire! Canali esondati, fango e detriti!!! Attenzione e massima allerta!

Completamente allagata la linea ferroviaria tra Carpino e Ischitella e un lettore scrive: “L’altro giorno parlavo proprio della Ferrovia del Gargano! Ed ecco qui materializzarsi il disastro. Questa Ferrovia va tolta… deve arrivare massimo fino a Cagnano Varano e basta, dopo bisogna viaggiare con bus ecologici… e basta! Aspettate che arrivino i morti?”

In molti temono il ripetersi del disastro di appena due anni fa, quando sul promontorio persero la vita due persone. Per fortuna sono attesi miglioramenti già da domani, quando tornerà protagonista il sole.





Change privacy settings