Rifiuti, verso l’aumento delle tasse nei Comuni del Consorzio Fg 4. Ma la Bat non ci sta

rifiuti ok

I Comuni avranno tempo fino al 31 luglio per sottoscrivere i contratti aggiuntivi con gli adeguamenti delle tariffe per i servizi di raccolta e conferimento dei rifiuti. Il Consorzio Fg 4 (Cinque Reali Siti, Cerignola e i tre comuni della Bat), nell’assemblea di oggi, ha stabilito i tempi per adeguarsi (le decisioni dovranno essere assunte nei singoli Consigli), con l’obiettivo di approvare il bilancio il primo agosto grazie alle risorse recuperate dagli addendum. All’incontro, tuttavia, non erano presenti i sindaci della Bat (Margherita di Savoia, San Ferdinando di Puglia e Trinitapoli), i quali già nei giorni scorsi avevano fatto presente la propria posizione.

Nei prossimi giorni verrà recapitata una lettera attraverso la quale verranno comunicate le decisioni prese. Margherita di Savoia è vincolata fino alla metà di luglio e sta già tentennando sulla possibilità di affidarsi alla barlettana Barsa per via della “carenza di garanzie”. Dunque, la vicenda si fa sempre più complicata. Gli amministratori ora si troveranno a dover far passare una linea scomoda, quella dell’aumento delle tasse ai cittadini. Le polemiche sollevate nell’unico Comune che aveva avviato la procedura per gli aumenti, Orta Nova, sono la bussola per comprendere lo scenario delle prossime settimane.

 





Change privacy settings