Livelli di assistenza sanitaria, la Regione Puglia migliora. “Da ultimi a dodicesimi in due anni”

“I dati comparsi sul sito del Ministero della Salute sulla questione dei Lea – livelli essenziali di assistenza – si riferiscono al 2013 e sono quindi da considerarsi datati. Secondo questi dati, che risalgono a un rapporto già diffuso il 18 dicembre 2014, la Puglia sarebbe adempiente ‘con impegno’ a migliorare. Invece da dati in nostro possesso e già verificati presso il Ministero, la Puglia è nella fascia delle Regioni adempienti nel 2014″. A dichiararlo, il direttore dell’Ares, Ettore Attolini, rappresentante della Puglia al tavolo Lea nazionale. “Proprio sul Sole 24 ore di oggi infatti compare un rapporto che fa passare la Regione Puglia dall’ultimo posto del 2013 al dodicesimo posto nel 2014 – precisa -, passando quindi nella fascia di piena adempienza e migliorando notevolmente il suo punteggio. Il notevole risultato – conclude Attolini – è ascrivibile all’impegno del sistema regionale soprattutto sul tasso di ospedalizzazione, della riduzione dell’inappropriatezza e del miglioramento dei settori della residenzialità dei disabili, dei malati psichiatrici e degli over 65 e dell’assistenza domiciliare integrata”.

 





Change privacy settings