800 chilometri su una vacca, il record di un giovane pugliese. Da San Nicandro (Foggia) per i Mondiali di mungitura

mucca_0

Arriverà direttamente da San Nicandro Garganico, in provincia di Foggia, dopo aver percorso con la sua vacca 800 chilometri: a poco più di 30 giorni dall’evento, un ventisettenne pugliese è, ad oggi, il concorrente ‘vacca-munito’ che arriverà da più lontano per partecipare alla seconda edizione del Campionato del mondo di mungitura a mano. Attraverserà l’Italia con la sua mucca pur di poter mungere il proprio animale alla sfida mondiale che si disputerà il 20 settembre all’agriturismo Ferdy di Lenna, in Val Brembana, provincia di Bergamo.

L’anno scorso presero parte concorrenti anche da India, Romania e Svizzera e da una decina di regioni italiane, Sicilia compresa. Con le vacche, per evidenti ragioni di distanza e per i problemi legati al superamento delle dogane, fornite dal comitato organizzatore. L’eco mediatica del campionato fu internazionale, dall’America all’Australia. Quest’anno il parterre di concorrenti stranieri si arricchirà di mungitori olandesi e di lingua tedesca.

Obiettivo: superare gli 8,7 litri munti in due minuti, performance di Gianmario Ghirardi di Malonno (Brescia), vincitore lo scorso anno del trofeo ‘Secchio d’oro – Formaggi Principi delle Orobie’. Patrocinato dal padiglione Italia di Expo 2015 e organizzato dall’associazione ‘San Matteo – Le Tre Signorie’, il campionato mira a valorizzare una pratica antica, quindi un’agricoltura sana e sostenibile. Vacche, mungitori e formaggi saranno i protagonisti. Quest’anno la sfida si inserirà in una due giorni di festa, dedicata alla biodiversità delle Prealpi Orobie (vacche, capre e mais autoctoni), con contorno di sapori e tradizioni.

(LaPresse)