La dichiarazione d’amore di Pietro Iemmello su Instagram: “Foggia per me è una famiglia”

Si è consumata tra Serie B e Lega Pro una delle telenovele del calciomercato 2015. Protagonista Pietro Iemmello sull’asse Spezia-Lanciano-Foggia. L’attaccante, dopo un lungo tira e molla, ha preferito i rossoneri al Lanciano, società di B alla quale lo Spezia (proprietario del cartellino) aveva prestato il giocatore per poterlo valutare in una categoria superiore. Ma la volontà dell’attaccante è sempre stata chiara, voleva il Foggia e solo il Foggia. Alla fine è stato accontentato con la strana formula del “prestito su prestito”. Iemmello, assistito da Davide Lippi, ha espresso tutta la sua gioia in un post su Instagram. Una vera e propria dichiarazione d’amore ai colori rossoneri e all’intera città.

“Ore, giorni, mesi trascorsi tra lotte, incomprensioni, successi, sorrisi, gioie, e poi lacrime, sudore – scrive il calciatore -. Emozioni indelebili nella mente, nel cuore. Poi tutto volge al termine, ma senti di non aver compiuto il tuo dovere fino a fondo, ti senti parte integrante di questo cuore che batte, ti senti un tassello tra i tanti ma non vuoi fare a meno dell’obiettivo che hai in mente. Foggia è stata per me tanto, così tanto da non riuscire neanche a spiegare tutto quel che mi ha portato! A volte sembrava mi avesse tolto con una mano e con l’altra poi invece mi ha donato quel che non mi sarei mai aspettato, regalandomi la forza di un gruppo unico, la forza di una seconda famiglia che è stata una scoperta dolcissima, la spalla forte che mi ha guidato anche da cieco! E smettere di lottare non sarebbe stato giusto nemmeno per voi. Ho dovuto soffrire in silenzio, spettatore dello spettacolo che avete messo su per me, dimostrandomi che nel progetto in cui credevo e credo non sono solo, anzi non siamo soli, io e i miei compagni. Voi ci siete e non smettete mai di darci affetto, non ne avete mai abbastanza! E noi per voi non ci risparmieremo! Oggi finalmente dopo notti insonni, dopo aver tentato l’impossibile e aver peccato di totale irresponsabilità, aver ferito chi tentava di guidarmi, ho raggiunto quel che desideravo. E ringrazio la mia famiglia, i miei amici e tutti voi, perché se non fossi stato così irresponsabilmente testardo oggi non sarei qui a sudare per la maglia rossonera. Ora tutti insieme per il nostro obiettivo!!!” Parole che lo consacrano quale idolo indiscusso della tifoseria. Ieri la presentazione ufficiale allo stadio Zaccheria, da oggi testa al campionato.