Minacce di morte, lasciano tre consiglieri a Castelluccio. Chiusa anche la sede del partito

Terremoto al comune di Castelluccio Valmaggiore. Lasciano dopo le minacce di morte ricevute negli ultimi tempi ben tre consiglieri di minoranza, Donato Coppolella, Armando De Santis e Pasquale Panella. “Dal prossimo Consiglio comunale del 31 luglio 2015 – scrivono in una nota -, malgrado l’importanza dell’ordine del giorno, non potremo prendere più parte alle riunioni del Consiglio. La decisione dolorosa è stata ponderata a seguito delle minacce di morte subite, per le quali è stata sporta formale querela alle autorità competenti, mediante le quali gli scriventi consiglieri sono stati ‘invitati’ a non occuparsi più della cosa pubblica. Questo episodio spregevole  – continuano -, mai accaduto prima d’oggi nella storia castelluccese, non ci consente di portare avanti l’attività di consigliere comunale con la dovuta serenità. La decisone in oggetto è temporanea, ma non potremo riprendere il compito a noi assegnato da centinaia di cittadini castelluccesi se non sarà fatta prima luce su quanto accaduto”.
“Infine – concludono -, a partire dalla data odierna, provvederemo anche a chiudere la nostra unica sede di via Santa Maria”.