Emiliano giura sulla famiglia e sulla Costituzione. Il “sindaco di Puglia” da oggi è ufficialmente governatore

La Costituzione italiana e una promessa: “Farò cose straordinarie per la Puglia”. Sono questi i pilastri – oltre alla famiglia – del nuovo governatore Michele Emiliano, da oggi ufficialmente “sindaco di tutti i pugliesi”. Ha giurato nell’aula magna della Corte d’Appello di Bari durante la cerimonia di proclamazione, con le parole del presidente dell’ufficio elettorale centrale, Marcello De Cillis, che ha letto la formula della proclamazione. Un abbraccio alla madre Franca, accanto al sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha pronunciato un breve discorso: “Qui ho giurato sulla Costituzione italiana come magistrato, su quella Costituzione, a cui ho dedicato tutta la mia vita. Continuerò su questa strada. Dedico questa giornata a chi mi è stato vicino in questi anni. Soprattutto a chi non c’è più, in particolare a una persona”. La persona che davvero manca in “questo momento non indifferente” è il padre. Il senso della famiglia è stato rimarcato con il pensiero ai tre figli (Giovanni, Pietro e Francesca), “l’emozione più grande della mia vita”.