Regione Puglia compatta contro la Xylella, richieste chiare a Renzi. Soldi ad aziende e ricerca

Il Consiglio regionale della Puglia ha approvato all’unanimità un ordine del giorno con il quale impegna il governo nazionale “ad intraprendere ogni iniziativa utile, anche nei confronti dell’Unione Europea, a fronteggiare l’epidemia da Xylella fastidiosa che ha colpito le piante di ulivo e minaccia altre specie vegetali nel nostro territorio, penalizzando agricoltori, vivaisti e l’intero comparto trainante e identitario dell’economia pugliese, qual è certamente quello olivicolo”.

Il Consiglio chiede pertanto “di prevedere provvidenze economiche a ristoro delle aziende, dei produttori, degli agricoltori, dei vivaisti e di tutti gli operatori e maestranze – compresi gli oleifici e rispettivi lavoratori – sia per i danni che la Xylella sta già arrecando direttamente, che per le numerose e complesse ricadute dell’epidemia in termini, di mancata produzione, mancato reddito e mancata occupazione”. Sollecita infine “ulteriori indagini scientifiche, per superare i ritardi scientifici”.



In questo articolo: