Puglia, associazione “Gino Lisa” chiede spiegazioni a John Alborante. “Davvero poteva portare Ryanair a Foggia?”

Associazione “Gino Lisa” e Cisl di Foggia chiedono conto delle dichiarazioni di Johon Alborante di Ryanair.

Associazione “Gino Lisa” e Cisl di Foggia chiedono conto delle dichiarazioni di Johon Alborante di Ryanair. “Fermo restando le azioni che l’Adiconsum Foggia andrà ad attivare nei confronti del Ministero dell’Ambiente, sulla strada della trasparenza, a cui tutti i cittadini potranno aderire, a seguito delle notizie di stampa – dichiara il presidente dell’associazione, Marialuisa d’Ippolito -, e del successivo dialogo a distanza fra John Alborante di Ryanair, AdP e il Presidente della Regione Puglia circa l’esistenza e la fruibilità, nella nostra regione, degli altri scali aeroportuali di Foggia e Taranto, oltre a quelli di Bari e Brindisi (tutte strutture affidate in concessione quarantennale alla gestione di AdP ), le Associazioni Mondo Gino Lisa, Adiconsum Foggia e il Comitato Vola Gino Lisa, fuori da sterili polemiche verbali, ritengono opportuno intervenire per sopperire alle possibili iniziali carenze informative lamentate e di seguito però non confermate in data 5 settembre dal signor John Alborante”. Le Associazioni, in particolare Mondo Gino Lisa, seguono da tempo, con attenzione ed apprensione le peripezie progettuali ed operative dello scalo foggiano e sono in possesso di una copiosa documentazione che illustra gli attuali requisiti e caratteristiche strutturali, nonché il progetto di allungamento della pista che ne implementerà le potenzialità. “Trasmetteremo il nostro materiale ad Alborante  – proseguono – per una più ‘ampia valutazione’ da parte di Ryanair che potrà essere seguita da un eventuale approfondimento e sopralluogo per verificare il possibile interesse della Società a programmarne l’utilizzo dello scalo per i collegamento da e per la Capitanata e le aree territoriali confinanti sul versante abruzzese, molisano e campano della Basilicata. Invieremo inoltre richiesta al Sindaco di Foggia e ai Sindaci dell’intera provincia, nonché al presidente del Consiglio comunale e ai gruppi consiliari di Foggia, affinché, in coerenza con le iniziative in favore dello scalo già intraprese, inoltrino tempestivamente formale richiesta al presidente Vendola e all’Assessore regionale Giannini, di inoltrare al Ministero competente richiesta ufficiale, secondo procedure, per l’inserimento dell’Aeroporto Gino Lisa nel Piano Aeroportuale Nazionale. Stessa richiesta verrà inviata per conoscenza alle Segreterie Provinciali dei partiti”. Prima di concludere: “Fermo che l’obiettivo esclusivo delle associazioni è la tempestiva riattivazione dei collegamenti dal Gino Lisa, l’adeguamento della pista e l’attenta preparazione alla nuova realtà funzionale con l’impegno a contribuire allo sviluppo delle attività, tuttavia, alla luce delle infelici pregresse esperienze (Federico II, Club Air e Myair) e per non incorrere in nuove fugaci sperimentazioni che si risolverebbero solo in danno della stessa comunità, porremo la massima attenzione sulla concretezza di eventuali nuove iniziative che dovessero riguardare lo scalo di Capitanata, sia in termini di progettualità che di affidabilità dei vettori”.





Change privacy settings