Demolito campeggio abusivo vicino Baia di Molinella a Vieste. C’erano precarie condizioni igienico-sanitarie

L’area è stata restituita alla pubblica fruizione e sarà destinata a parcheggio per i bagnanti

Nuova tappa nel programma degli abbattimenti di opere abusive in zone di pregio paesaggistico avviato dall’amministrazione comunale di Vieste. Questa volta il sito abusivo era localizzato nelle immediate vicinanze della Baia di Molinella, tra le più suggestive e frequentate da turisti nei mesi estivi. In un appezzamento di terreno di oltre 1500mq, situato a pochi metri dalla riva del mare, vi era un vero e proprio piccolo campeggio abusivo composto da 9 roulottes e 2 corpi di fabbrica in muratura, blocco docce e servizi igienici ove si esercitava attività turistico ricettiva in spregio ad ogni standard normativo.

Precarie soprattutto le condizioni igienico-sanitarie in un contesto di degrado ambientale e strutturale celato dalla vegetazione spontanea. Demolita ogni fattezza abusiva, l’area restituita alla pubblica fruizione sarà destinata a parcheggio per i bagnanti. Le operazioni di abbattimento affidate ad una ditta specializzata si sono svolte in collegamento con la Procura di Foggia ed hanno impegnato organici della Polizia di Stato, della locale Tenenza dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dell’Ufficio Circondariale Marittimo e della Polizia locale. Per la prevenzione antincendio ha prestato collaborazione anche il personale dell’Associazione di Protezione Civile Pegaso.



In questo articolo: