Serata per Gatta a Manfredonia, c’è anche il consigliere Carbone pizzicato nel blitz antimafia “Omnia Nostra”

Nonostante il pressing della minoranza per convincerlo a dimettersi, è ancora nell’assise da “indipendente”, ma resta saldamente un sostenitore dell’attuale giunta con la quale posa sorridente in riva al mare

Serata tra amici sul porto turistico di Manfredonia in attesa delle elezioni politiche del 25 settembre. Presente la giunta Rotice e alcuni consiglieri comunali, tutti insieme per sostenere Giandiego Gatta candidato di Forza Italia per il Parlamento. Foto di gruppo nei pressi del ristorante della consigliera Mary Fabrizio di azzurro vestita. Con lei il sindaco Gianni Rotice, il vice Giuseppe Basta, gli assessori, i membri della maggioranza e Stefano Pecorella che rappresenta lo staff di “esperti” del primo cittadino.

Nella foto compare anche Adriano Carbone, quarto da destra in piedi, estromesso da Fratelli d’Italia dopo il suo coinvolgimento nell’inchiesta antimafia “Omnia Nostra”, maxi operazione di Dda e Arma dei Carabinieri che nei mesi scorsi provocò qualche imbarazzo in un Comune che nel 2019 visse il dramma dello scioglimento per infiltrazioni criminali. Carbone, nonostante il pressing della minoranza per convincerlo a dimettersi, è ancora in consiglio comunale da “indipendente”, ma resta saldamente un sostenitore dell’attuale giunta con la quale posa sorridente in riva al mare e adesso anche di Gatta.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo: