Panico a bordo durante regata velica, intervento della Guardia Costiera di Manfredonia

Tutti i mezzi navali di soccorso intervenuti in breve tempo hanno raggiunto il campo di regata provvedendo a prestare assistenza a tutte le barche a vela che, non senza difficoltà, hanno raggiunto il porto di partenza

Si sono da poco concluse le operazioni di ricerca e soccorso a diverse barche a vela da parte delle Guardia Costiera di Manfredonia. Le unità a vela (10 unità con circa 40 persone a bordo) stavano partecipando alla regata velica costiera “Campionato Italiano Open Platu 25”, quando, a causa di un repentino cambio delle condizioni meteomarine e del tempestivo aumento del vento, è stato richiesto dal comitato di regata via radio l’intervento dei mezzi di soccorso della Guardia Costiera. Sul campo di regata, a circa 5 miglia dal Porto di Manfredonia, sono state inviate la MV CP 263 e il Gommone GC085 unitamente ad un mezzo navale della locale Stazione Operativa Navale della Guardia di Finanza BS0.

Tutti i mezzi navali di soccorso intervenuti in breve tempo hanno raggiunto il campo di regata provvedendo a prestare assistenza a tutte le barche a vela che, non senza difficoltà, hanno raggiunto il porto di partenza.
Quello di oggi segue di poche ore il soccorso portato a termine dai militari della Guardia Costiera di Gallipoli che, sempre sotto il coordinamento del 6^ MRSC di Bari, hanno portato in salvo tre pescatori professionali a seguito dell’affondamento del loro peschereccio nel tratto di mare antistante Punta Prosciutto, agro Comune di Porto Cesareo.



In questo articolo: