Ore calde per il Foggia, Boscaglia nuovo mister. Canonico alle prese con Pintus e potenziali acquirenti

Non si esclude l’arrivo in società di qualche impresa locale. Intanto, sciolte le riserve per il dopo Zeman e annunciato il ritorno dei satanelli

Sono ore calde quelle che sta vivendo il Calcio Foggia 1920: la programmazione della nuova stagione procede, seppur con un occhio sempre puntato alle vicende societarie. Boscaglia (foto) e Canonico si sono incontrati questo pomeriggio e sono arrivati ad un accordo totale: poi è giunto l’annuncio ufficiale, l’ex allenatore del Palermo passa al Foggia dove ha firmato un biennale che lo legherà ai rossoneri fino al 2024.

Inoltre, oggi il Tribunale di Bari si esprimerà sul contenzioso in atto tra Canonico e Pintus a proposito di un blocco di assegni riguardanti la cessione del 51% della Corporate, proprietaria dell’80% del Foggia, avvenuta lo scorso anno. In base al verdetto del tribunale, si potrebbero aprire nuovi scenari interessanti. Nelle ultime ore, infatti, la Fortore Energia, impresa con sede a Lucera facente capo a Antonio Salandra, potrebbe manifestare il suo interesse all’acquisizione delle quote di maggioranza del Calcio Foggia. Nessuna proposta irrevocabile di acquisto è però giunta all’attuale proprietà, ma non sono da escludere novità nelle prossime ore.

Oltre all’annuncio di Boscaglia, il club ha ufficializzato il ritorno dei satanelli: “Il glorioso, amato e storico stemma del Foggia, grazie alla concessione di Massimo Mozer, tornerà sulle maglie dei rossoneri a partire dalla prossima stagione”. Ufficiale, infine, la nomina del nuovo ds che sarà Emanuele Belviso. (foto da blogsicilia)



In questo articolo: