Rinnovabili, Amati: “Da oggi Puglia ha posizione ambientalista chiara: favorevole. Finisce l’era No-Tap”

“Sulla mozione in favore delle rinnovabili e quindi dello sviluppo energetico e sicurezza ambientale, ci spiace osservare l’assenza nel momento del voto degli assessori con maggiore competenza funzionale sull’argomento e di tutti gli assessori eletti in provincia di Lecce”

“Da oggi e grazie al Consiglio regionale, la Regione Puglia ha una posizione ambientalista chiara: favorevole. Senza tentennamenti. Tutte le questioni su distanze, capacità e localizzazioni appartengono alle norme vigenti, in prevalenza statali, e alle relative valutazioni tecniche”. Lo dichiara il presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione Fabiano Amati.
“Sono soddisfatto anche perché alla fine emerge una Puglia che si orienta concretamente a dire No al passato in cui la produzione di energia era un sacrificio e non, come con le rinnovabili e il gas, un beneficio; a dire No a politiche inquinanti; a dire No alla povertà; a dire No alla guerra. Una sequenza di No per dire No all’era senza senso del no-Tap imperante, per dire finalmente Si alla modernità pulita e più vivibile.
Credo si possa affermare senza rischio di smentite, la volontà della Puglia di rendersi protagonista dei processi decisori sin dall’inizio dei procedimenti, così da spuntare investimenti di responsabilità sociale sui territori; eviteremo in questo modo gli errori del passato, ossia atteggiamenti miranti a lavarsi le mani, lasciando la decisione al Governo nazionale per poi ritrovarsi con le infrastrutture realizzate e con gli investimenti perduti. Una sciagura, quella che oggi abbiamo evitato anche contrastando idee populiste e demagogiche, inclini a eccitare le paure delle persone su un argomento che in realtà dovrebbe essere usato per rassicurare. E tutto questo per responsabilità”.

“Spiace assenza salentini al volo”

“Sulla mozione in favore delle rinnovabili e quindi dello sviluppo energetico e sicurezza ambientale, ci spiace osservare l’assenza nel momento del voto degli assessori con maggiore competenza funzionale sull’argomento e di tutti gli assessori eletti in provincia di Lecce”. È il commento dei consiglieri regionali Fabiano Amati, Paolo Campo, Michele Mazzarano e Ruggiero Mennea.
Governare e assumere le decisioni, anche difficili, è soprattutto compito dei componenti della Giunta regionale, i quali non possono limitare il loro mandato al territorio di residenza o disertare gli appuntamenti quando le scelte rischiano di generare contrasti. Non ci pare giusto, in buona sostanza, che il peso delle scelte debba pesare solo sui Consiglieri regionali”.



In questo articolo: