Esplode la festa a Cerignola, l’Audace vola in Serie C. Apoteosi al Monterisi per i gialloblu di Pazienza

Miglior attacco, migliore difesa, Malcore capocannoniere assoluto, 32 risultati utili consecutivi tra campionato e coppa Italia. Si corona un sogno per la tifoseria ofantina dopo 85 anni di attesa

Il Cerignola è in serie C. I gialloblu davanti ad un pubblico da serie A hanno piegato il Bitonto grazie al capocannoniere Malcore che ha messo a segno il suo 22° sigillo stagionale. Dopo 85 anni, la formazione ofantina torna in C. Un’impresa, meritata, voluta e ottenuta a compimento di un cammino straordinario. La scalata nella terza serie nazionale è stata costruita già due anni fa: i gialloblu sono andati sempre vicini al traguardo, beffati dal mancato ripescaggio e da altre circostanze che hanno contribuito a cercare e ad ottenere il meritato riscatto.

Miglior attacco, migliore difesa, Malcore capocannoniere assoluto, 32 risultati utili consecutivi tra campionato e coppa Italia, fanno del Cerignola una delle squadre più forti di tutti i gironi di serie D.Oggi il Monterisi era una una bolgia con il pubblico delle grandi occasioni, migliaia di bambini ai quali la società ha offerto gratuitamente gelato rigorosamente gialloblu. In città è già festa, nelle piazze e sui balconi sventolano le bandiere.
“Una promozione che non arriva per caso ma che grazie alla società, all’allenatore e a tutti i giocatori è stata costruita negli anni. La squadra in questi mesi ha acquisito una forza mentale e tecnica che ci ha permesso di raggiungere il traguardo della C”. La dichiarazione a caldo del ds Elio Di Toro.