Malore su nave passeggeri, salvato dalla prontezza della Guardia Costiera. L’intervento al largo del Gargano

Momenti di tensione sulla “Zeus Palace”, partita da Igoumenitsa (Grecia) e diretta ad Ancona

Nuova operazione di soccorso verso una unità navale in transito nelle acque antistanti Vieste: la nave passeggeri “Zeus Palace”, partita da Igoumenitsa (Grecia) e diretta ad Ancona, necessitava di sbarcare un passeggero colto da malore.

Alle ore 10:30 circa, la nave passeggeri comunicava l’emergenza alla Guardia Costiera di Vieste, dando il via alle azioni previste per questo genere d’intervento.
Il servizio medico di bordo e il C.I.R.M. (Centro Internazionale Radio Medico), messi in contatto dalla Sala Operativa del Comando che nel frattempo aveva assunto il coordinamento delle operazioni, considerata l’urgenza del caso, decidevano di sbarcare il paziente per affidarlo alle cure di un centro ospedaliero specifico.

L’unità navale, pertanto, veniva dirottata a circa 5 miglia nautiche a nord di Vieste, sul punto di coordinate stabilito per il rendez-vous con l’unità della Guardia Costiera di Vieste CP880.
Imbarcato il paziente, la CP880 si dirigeva per il porto dove ad attenderli vi era l’ambulanza del 118.

Alle ore 11.55 circa, il malcapitato veniva sbarcato nel porto di Vieste e affidato alle cure del personale medico intervenuto e, successivamente, trasportato presso il nosocomio San Giovanni Rotondo, a mezzo elisoccorso, per gli approfondimenti sanitari del caso.



In questo articolo: