Collegamento diretto Manfredonia-Tremiti per avvicinare sempre più le isole alla costa. Piemontese: “Recuperiamo idea bella”

Piemontese: “Con il metrò del mare recuperiamo un’idea bella e suggestiva di mobilità marittima, sul modello di ciò che succede da sempre nel Golfo di Napoli”

La Regione Puglia finanzia con 450 mila euro la sperimentazione del servizio di collegamento marittimo diretto Manfredonia – Isole Tremiti. “Con il metrò del mare recuperiamo un’idea bella e suggestiva di mobilità marittima, sul modello di ciò che succede da sempre nel Golfo di Napoli”, ha detto il vicepresidente della Regione Puglia e assessore alle Infrastrutture, Raffaele Piemontese, commentando la delibera di giunta regionale approvata ieri e condivisa con la collega assessore ai Trasporti e alla Mobilità Sostenibile, Anita Maurodinoia. “La fluida accessibilità alle Tremiti – ha aggiunto Piemontese –, specie nei periodi dell’anno in cui i flussi aumentano, è un banco di prova importante per politiche pubbliche che puntino a mantenere coese le comunità, evitando o diminuendo le condizioni di perifericità”.

La decisione della Giunta regionale è maturata a seguito di un emendamento votato all’unanimità dal Consiglio regionale in sede di approvazione del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2022 e bilancio pluriennale 2022-2024, e in linea con quanto previsto dal Piano regionale dei Trasporti, che mira a potenziare i metrò del mare e la messa in rete dei porti pugliesi, in particolare nelle aree a vocazione turistica.

“È volontà del Consiglio e della Giunta regionale riavvicinare le Isole Tremiti alla loro regione di appartenenza – ha detto l’assessore Maurodinoia –, cercando di dare sempre maggiori opportunità di spostamenti veloci e agevoli a chiunque sia interessato a trascorrere del tempo nel loro splendido mare e patrimonio naturalistico. Inoltre, trattandosi di un servizio rientrante nel TPL avrà prezzi calmierati e sarà a disposizione soprattutto dei residenti, oltre che dei numerosi turisti”.

Si tratta, infatti, di un servizio stagionale, istituito al momento in via sperimentale, che avrà le caratteristiche e le tariffe di un servizio di trasporto pubblico locale e che verrà gestito dalla Provincia di Foggia, la quale dovrà provvedere all’affidamento a seguito di una procedura a evidenza pubblica. Il servizio dovrà svolgersi con collegamento diretto veloce e frequenza di almeno tre coppie di corse settimanali.