Calcio in faccia dal poliziotto, 23enne condannato a un anno e 4 mesi per resistenza a pubblico ufficiale

L’agente, trasferito dopo il caso di cronaca, resta indagata dalla Procura di Foggia per lesioni

È stato condannato a un anno e 4 mesi di reclusione (pena sospesa) Leonardo Di Francesco, 23 anni di Foggia, protagonista del video, divenuto virale sul web, in cui, mentre è immobilizzato a terra da un poliziotto che lo ha bloccato al termine di un inseguimento in auto, riceve un calcio in faccia da un altro agente. La sentenza è stata emessa dal Tribunale di Foggia al termine del processo per direttissima durante il quale l’indagato ha scelto il rito abbreviato. Il giovane è accusato di resistenza a pubblico ufficiale.

Il pubblico ministero aveva chiesto sei mesi di reclusione mentre la difesa l’assoluzione. Al momento della lettura del dispositivo della sentenza in aula era presente il 23enne. Di Francesco era stato arrestato e posto ai domiciliari lo scorso 2 aprile e, dopo due giorni, era stato rimesso in libertà con l’obbligo di firma, misura quest’ultima che il Tribunale oggi ha revocato. Il 2 aprile non si era fermato ad un posto di controllo perché era al volante di un’auto sottoposta a fermo amministrativo e perché era senza patente (mai conseguita). La polizia riuscì a bloccarlo davanti alla sua abitazione dopo un inseguimento di circa tre chilometri. Il poliziotto che ha sferrato il calcio è stato trasferito ed è indagato dalla Procura.