Il Foggia stecca in Calabria, solo un pareggio contro la Vibonese. Occasione sprecata per Zeman

Succede tutto nel primo tempo, vantaggio dei rossoneri con Turchetta ma i padroni di casa pareggiano subito con Spina

Nella trentacinquesima giornata di Lega Pro, il Foggia è ospite della Vibonese, fanalino di coda del girone C. I padroni di casa hanno un disperato bisogno di vincere per sperare ancora nella salvezza, i rossoneri, invece, vogliono confermare l’ottimo stato di forma delle ultime settimane. La Vibonese si schiera con un 4-2-3-1: Mengoni; Risaliti, Suagher, Polidori, Corsi; Zibert, Gelonese; Spina, Basso, Grillo; Curiale. Zeman conferma la stessa formazione che ha battuto il Campobasso, ad eccezione di Ferrante, infortunato. Al suo posto spazio a Turchetta al centro dell’attacco: Dalmasso; Garattoni, Sciacca, Di Pasquale, Rizzo; Rocca, Petermann, Di Paolantonio; Merola, Turchetta, Curcio.

La cronaca
Al 5′ Merola arriva sul fondo e serve a rimorchio Garattoni che da buona posizione calcia sopra la traversa. All’11’ Petermann pesca il taglio di Merola che al volo sciupa un’ottima occasione. Al 19′ la Vibonese riparte benissimo, ma Zibert, solo davanti a Dalmasso, si divora il gol con un tiro troppo debole. Al 26′ Di Paolantonio si inserisce bene in area e con una sforbiciata tenta la fortuna. Tre minuti dopo, il Foggia passa in vantaggio: Merola recupera palla nella sua metà campo e lancia Petermann, il quale dopo un rimpallo serve Turchetta che a giro beffa Mengoni. Al 33′ Spina sfugge alle spalle di Di Pasquale sulla linea del fuorigioco e trafigge Dalmasso, portando il punteggio nuovamente in parità. Il primo tempo finisce 1-1.

Al 53′ Turchetta conquista una punzione insidiosa dal limite dell’area. Sul punto di battuta va Curcio che, però, non centra lo specchio della porta. La situazione di parità persiste e Zeman sceglie di sostituire Garattoni, Di Paolantonio e Petermann con Martino, Garofalo e Maselli. Al 69′ Curiale spaventa il Foggia, ma la sua conclusione viene deviata in corner. Il Foggia non riesce a rendersi più pericoloso e Zeman richiama Turchetta e Rocca in panchina, sostituiti da Vitali e Gallo. All’80’ Vitali arpiona un cross di Martino, ma la sua girata è troppo debole. All’88’ Mengoni salva il risultato con una parata decisiva dopo una acrobazia aerea di Merola. Al 93′ Vitali va vicinissimo al gol e si dispera, con un diagonale che sfiora il palo. È questa l’ultima occasione della gara: al Luigi Razza di Vibo Valentia finisce 1-1 tra Vibonese e Foggia.



In questo articolo: