Piano vaccinale anticovid, dal 3 gennaio prenotazioni aperte anche per la fascia 5-11 anni

Emiliano: “Modello ‘scuola per scuola’ sta dando ottimi risultati. La sinergia tra Regione, Asl, Ufficio scolastico regionale, scuole, pediatri, famiglie è stata assolutamente virtuosa”

“La Regione Puglia è prima in Italia per le vaccinazioni della fascia di età 5-11 anni con l’11,8%, seguita dalla Lombardia al 10,8%, su una media nazionale del 7,3% (fonte Governo). Questo significa che ancora una volta il modello ‘scuola per scuola’ sta dando ottimi risultati e che la sinergia tra Regione, Asl, Ufficio scolastico regionale, scuole, pediatri, famiglie è stata assolutamente virtuosa. Adesso ci prepariamo a dare un scatto in più, infatti dal 3 gennaio le famiglie potranno prenotare il vaccino anticovid per i bambini anche sul sito ‘lapugliativaccina’ o attraverso i CUP e i FarmaCup. Questo servizio si aggiunge alle sessioni vaccinali nelle scuole, che proseguono anche a gennaio, e alla possibilità di ricevere il vaccino nello studio del proprio pediatra, o durante gli open day o nei centri specialistici di cura per chi ha fragilità. Andiamo avanti così”. Lo dichiara il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano con riferimento alla nuova circolare firmata con il direttore del Dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro per aggiornare il piano vaccinale anticovid.

“Stiamo lavorando incessantemente con gli uffici – spiega il direttore Montanaro –  per potenziare la campagna vaccinale e fare in modo che il maggior numero di pugliesi possa vaccinarsi al più presto. Siamo sopra la media nazionale su tutte le classi di età. Massima attenzione la stiamo rivolgendo alle fasce di età pediatrica, in vista della ripresa della scuola, e anche alle terze dosi dove raggiungiamo il 39% in Puglia, sopra del 4,2% rispetto alla media italiana”. 

Di seguito il testo integrale della nuova circolare regionale

OGGETTO:   Piano Strategico Vaccinazione anti Covid-19 – Riduzione intervallo minimo dose booster – Potenziamento campagna vaccinale – Aggiornamento indicazioni operative e modulistica.

Facendo seguito alle note prot. AOO/005/0007878 del 14.12.2021, prot. AOO/0007954 del 18.12.2021 e prot. AOO/005/0008060 del 24.12.2021, si evidenzia che con circolare prot. 0059207 del 24.12.2021 (qui allegata) il Ministero della Salute ha trasmesso la nota congiunta di Ministero della Salute, CSS, AIFA e ISS con la quale si aggiornano le indicazioni sull’intervallo temporale relativo alla somministrazione della dose “booster” (di richiamo) nell’ambito della campagna di vaccinazione anti SARS-CoV-2/COVID-19 rimandando la data di effettiva attuazione del nuovo intervallo temporale previsto ad apposita comunicazione della Struttura Commissariale.

Con nota prot. CSEC19RM_001_REG2021_1026688 del 28.12.2021 (qui allegata) il Commissario Straordinario ha fornito indicazioni alle Regioni/Province autonome affinchè sia garantita, a partire dal prossimo 10 gennaio 2022, la riduzione dell’intervallo minimo previsto ad almeno quattro mesi (120 giorni) dal completamento del ciclo primario di vaccinazione o dall’ultimo evento, utilizzando i vaccini autorizzati ai dosaggi approvati per il booster.

Pertanto, la Cabina di Regia regionale, riunitasi alla presenza anche del Presidente della Giunta Regionale e del Direttore del Dipartimento Promozione della salute e del benessere animale, ha ritenuto opportuno aggiornare le indicazioni operative, come di seguito riportato, anche al fine di potenziare e differenziare ulteriormente l’offerta vaccinale, con particolare riferimento ai soggetti in fascia d’età pediatrica.

  1. Potenziamento offerta per la popolazione in età pediatrica (5-11 anni)

Al fine di garantire il potenziamento dell’offerta e la differenziazione dei canali di accesso alla vaccinazione, i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali assicurano:

  1. a) a partire dalle ore 14:00 del 3.01.2022, la prenotazione presso gli Hub individuati per la somministrazione della prima dose di vaccino anti SARS-CoV-2/Covid-19 in favore dei soggetti in fascia di età 5-11 anni; la prenotazione dovrà essere assicurata mediante il sito “lapugliativaccina” nonché presso i CUP e i FarmaCup da parte dei genitori, tutori, affidatari dei minori indicando di scaricare contestualmente la modulistica da compilare e consegnare ai punti vaccinali;
  2. b) l’organizzazione di “open day” dedicati ai soggetti in fascia di età pediatrica con accesso previa prenotazione da effettuarsi attraverso i Medici di Assistenza Primaria (PLS/MMG) e/o mediante elenchi trasmessi dagli stessi Medici e/o dagli Istituti scolastici;
  3. c) l’organizzazione di ambienti e percorsi di accesso presso gli Hub dedicati ai soggetti in fascia di età pediatrica, al fine di garantire specifici servizi di accoglienza, intrattenimento e supporto nonché l’idonea separazione dagli altri soggetti in attesa della vaccinazione.

Sono confermate le modalità organizzative già previste nelle circolari regionali sopra richiamate e le attività già programmate dalle Aziende Sanitarie Locali, d’intesa con gli Uffici Scolastici provinciali e le Direzioni degli Istituti scolastici, per la somministrazione – con il coinvolgimento dei Pediatri di Libera Scelta/Medici di Medicina Generale – della vaccinazione in favore dei soggetti di età superiore ai 5 anni.

Restano, altresì, confermate le indicazioni già formulate circa la somministrazione del vaccino che deve essere assicurata in favore dei soggetti in carico ai Centri specialistici, ai Centri e ai Nodi delle Reti di Patologia della Regione Puglia nonché ai soggetti ricoverati o ospitati in strutture pubbliche e private accreditate.

A tal fine, i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali, delle Aziende Ospedaliero-Universitarie, degli I.R.C.C.S. pubblici e privati e degli Enti Ecclesiastici nonché i Coordinatori delle Reti di Patologia assicurano il potenziamento dell’offerta secondo le indicazioni operative già formulate.

  1. Riduzione intervallo temporale minimo per somministrazione della dose booster (4 mesi)

Come da indicazioni nazionali, i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali, delle Aziende Ospedaliero-Universitarie, degli I.R.C.C.S. pubblici e privati e degli Enti Ecclesiastici nonché i Coordinatori delle Reti di Patologia assicurano che, a partire dal 10 gennaio 2022, la somministrazione della dose booster avvenga per tutte le categorie previste considerando l’intervallo di almeno 4 mesi (120 giorni)dal completamento del ciclo primario di vaccinazione o dall’ultimo evento, utilizzando i vaccini autorizzati ai dosaggi approvati, per le diverse fasce d’età, per la dose booster.

  1. Somministrazione dose booster per soggetti in fascia di età 16-17 anni

Per agevolare la somministrazione della dose booster per i ragazzi in fascia d’età 16-17 anni come già indicato con nota prot. AOO/005/0008080 del 24.12.2021, i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali assicurano:

  1. a) l’attivazione di apposite agende di prenotazione in favore dei soggetti in fascia di età 16-17 anni per la somministrazione della dose booster di vaccino anti SARS-CoV-2/Covid-19 da effettuarsi nei termini previsti; la prenotazione dovrà essere assicurata mediante il sito “lapugliativaccina” nonché presso i CUP e i FarmaCup da parte dei genitori, tutori, affidatari dei minori indicando di scaricare contestualmente la modulistica da compilare e consegnare ai punti vaccinali;
  2. b) l’organizzazione di “open day” dedicati ai soggetti in questa fascia di età.

Restano confermate le indicazioni già formulate con le circolari regionali già richiamate, al fine di garantire la somministrazione del vaccino ai soggetti in carico ai Centri specialistici, ai Centri e ai Nodi delle Reti di Patologia della Regione Puglia nonché ai soggetti ricoverati o ospitati in strutture pubbliche e private accreditate.

A tal fine, i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali, delle Aziende Ospedaliero-Universitarie, degli I.R.C.C.S. pubblici e privati e degli Enti Ecclesiastici nonché i Coordinatori delle Reti di Patologia assicurano il potenziamento dell’offerta secondo le indicazioni operative già formulate.

  1. Somministrazione dose booster per soggetti in fascia di età 12-15 anni con elevata fragilità

Per agevolare la somministrazione della dose booster per i ragazzi in fascia d’età 12-15 anni con elevata fragilità, come già indicato con nota prot. AOO/005/0008080 del 24.12.2021, i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali assicurano che la vaccinazione avvenga, nei termini previsti dalle disposizioni nazionali, da parte dei Medici di Assistenza Primaria (PLS/MMG) laddove tali soggetti non siano stati già vaccinati o presi in carico per la somministrazione della dose booster da parte dei Centri specialistici, dai Centri e dai Nodi delle Reti di Patologia della Regione Puglia nonché dagli istituti di ricovero o di ospitalità delle strutture pubbliche e private accreditate.

A tal fine, i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali, delle Aziende Ospedaliero-Universitarie, degli I.R.C.C.S. pubblici e privati e degli Enti Ecclesiastici nonché i Coordinatori delle Reti di Patologia assicurano il potenziamento dell’offerta secondo le indicazioni operative già formulate al fine di garantire la somministrazione della dose booster per questi soggetti in condizione di elevata fragilità.

  1. Aggiornamento modulistica

Con riferimento ai moduli trasmessi in allegato alla comunicazione prot. AOO/005/0007878 del 14.12.2021, si comunica che si è proceduto alla revisione e aggiornamento degli stessi e che, pertanto, si allegano le nuove versioni affinchè siano rese disponibili dalle Aziende, Enti e Istituti del SSR con ogni modalità.

Tali modelli saranno resi disponibili pubblicati anche sul sito “lapugliativaccina” nonché sul Portale regionale della Salute al fine di favorire il preventivo download e la preventiva compilazione da parte degli interessati.



In questo articolo: