Emiliano: “A gennaio nuovo assessore alla Sanità”. Verso nomina commissario al Riuniti di Foggia

Altra tegola al Riuniti, condannato nel processo sulla sanitopoli lucana Pietro Quinto, consulente per il percorso di accreditamento a Irccs del D’Avanzo

Dopo il terremoto giudiziario che ha travolto il Policlinico “Riuniti” di Foggia, con l’arresto dell’ex dg Vitangelo Dattoli, il governatore della Puglia Michele Emiliano è al lavoro per la definizione della nuova governance di via Pinto. La nomina di un commissario straordinario è in cima all’agenda, la definizione potrebbe arrivare subito dopo Natale. Sullo sfondo, c’è anche la casella dell’assessorato alla Sanità (nomina prevista a gennaio), per il quale si fa sempre più insistente il nome di Rocco Palese, ex avversario di Nichi Vendola e amministratore ritenuto di alto profilo da tutti gli schieramenti politici.

“Il nuovo assessore verrà probabilmente nominato a gennaio – ha dichiarato oggi durante la visita all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza con il cardinale Parolin -, quindi facciamoci le feste, come si dice, e poi vediamo”. Apre poi sull’ipotesi della nomina (ad horas) di un nuovo commissario al Policlinico: “Stiamo verificando anche questo”. Per l’ex magistrato oggi è arrivata la buona notizia dell’assoluzione piena del capo dipartimento Salute, Vito Montanaro (oggi presente nella città di San Pio), a processo per l’inchiesta sulla sanitopoli lucana assieme ad altri big del settore.

Tra questi c’è l’ex direttore generale dell’Asm, Pietro Quinto, condannato a 2 anni e 6 mesi. Il medico era stato chiamato come consulente proprio dall’ex direttore generale del Riuniti Dattoli per il percorso di accreditamento ad Irccs del D’Avanzo.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui