“Omicron più infettante ma non più ‘cattiva’”, Lo Caputo (Riuniti Foggia) spiega la nuova variante Covid

“I vaccini? Dai primi riscontri non perderebbero la loro efficacia, dunque è inutile ritardare una vaccinazione o un richiamo vaccinale”

“La variante omicron, dai primi dati, risulta più infettante, si moltiplica facilmente e per questo sta soppiantato celermente le precedenti. Per l’evoluzione della malattia non sembra essere più ‘cattiva’. I vaccini? Dai primi riscontri non perderebbero la loro efficacia, dunque è inutile ritardare una vaccinazione o un richiamo vaccinale”.
Sono le parole del prof. Sergio Lo Caputo del reparto di Malattie Infettive (diretto da Teresa Santantonio) e responsabile delle sperimentazioni del Policlinico Riuniti che abbiamo intervistato in merito alla diffusione della nuova variante Omicron.