“Il compito più gravoso della mia carriera”, Bonito elogia l’intesa a sinistra e indica le priorità per Cerignola

Tempo di ringraziamenti per il nuovo sindaco della città, protagonista di un comizio festante. Possibile ruolo in giunta per Sgarro. Tra gli sconfitti parla Dercole: “Tutti contro di noi”

“Sarà il compito più gravoso della mia carriera professionale”. Si è espresso in questi termini, Francesco Bonito, subito dopo l’ufficialità dell’elezione a sindaco, dal palco di Cerignola, sul quale erano presenti i rappresentanti provinciali del Partito Democratico, del M5S e Tommaso Sgarro. Proprio a quest’ultimo, il nuovo primo cittadino ha rivolto un caloroso ringraziamento per aver agevolato la vittoria, lasciandogli anche parola, prima dei festeggiamenti.

Da sinistra, Azzarone, Bordo, Bonito, Piemontese e Sgarro

“Cerignola vuole essere un laboratorio per la politica nazionale e per il futuro del nostro Paese”. – ha commentato l’ex parlamentare, con riferimento alla convergenza dei pentastellati e della sinistra extra dem che ora, in virtù dell’ottimo risultato di Sgarro al primo turno, può ambire anche a dei ruoli in Giunta. Sgarro – ai microfoni de l’Immediato – dichiara massima disponibilità, dopo aver condiviso i temi che riguardano la raccolta dei rifiuti, il bilancio e il funzionamento della macchina amministrativa.

Possibilista anche Lia Azzarone (PD) sull’asse post-elettorale. “Il Partito Democratico ha già avviato un percorso con Tommaso Sgarro, all’indomani del primo turno. Adesso insieme dovranno abbracciare il lavoro che c’è da fare, subito dopo i festeggiamenti”. Su questo il nuovo sindaco è stato molto chiaro: bisognerà insistere sulla valorizzazione della zona industriale, su un nuovo corso dell’ufficio di Polizia Municipale e sulla gestione dei rifiuti. “Ma oggi abbiamo scritto una nuova pagina per Cerignola, una pagina improntata alla legalità, che ha il volto di Francesco Bonito” – conclude il neosindaco. Già domani è prevista la proclamazione del nuovo eletto, secondo l’iter stabilito dalla legge. Bonito ha prevalso con il 53,8% delle preferenze.
Prime reazioni anche dal fronte avverso, quello di Franco Metta. Carlo Dercole, tra i più suffragati tra i candidati consiglieri del fronte perdente, ha parlato di una battaglia impari. “Tutti contro di noi” – chiosa su Facebook. “Destra, sinistra, e mondi che dovrebbero essere neutrali ma che sono stati in campo contro. Per questo ne usciamo a testa alta. Tutte le sconfitte meritano una riflessione che avverrà nel più breve tempo possibile”.



In questo articolo: