Oltre 150 piante di “erba” nella fitta vegetazione del Gargano, retata dei militari. Beccato un sannicandrese

Un 40enne colto dai carabinieri con indosso le chiavi che aprivano i lucchetti della recinzione che impediva l’accesso alla piantagione

I carabinieri della Stazione Carabinieri di San Nicandro Garganico e i “Cacciatori Puglia”, nell’ambito di uno specifico servizio volto al contrasto della coltivazione di sostanze stupefacenti, hanno rinvenuto in località “San Cristofaro” una piantagione di cannabis di notevoli dimensioni. Complessivamente i militari, grazie alle loro perlustrazioni in una zona impervia, hanno sequestrato 12 piante adulte e 140 piante più giovani, che erano nascoste tra altro tipo di vegetazione più fitta ed alta.

I militari inoltre sono riusciti ad individuare colui che si occupava della coltivazione; questi, un quarantenne di San Nicandro Garganico, infatti, è stato colto dai militari con indosso le chiavi che aprivano i lucchetti posti agli ingressi della recinzione che impediva l’accesso alla piantagione. L’uomo, arrestato, a seguito dell’udienza di convalida dinanzi al gip del Tribunale di Foggia, è stato condotto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come