Tornano a salire i nuovi casi di Covid ed aumentano i decessi (oggi 75). Il bollettino del 31 agosto

Salgono i nuovi casi nel bollettino del ministero della Salute sul Coronavirus in Italia, ma a fronte di un numero triplicato di tamponi rispetto a ieri, tant’è che crolla il tasso di positività. Aumentano nettamente i decessi (dato influenzato dai recuperi), mentre arrivano buone notizie dagli ospedali: scendono, seppur leggermente, sia i ricoveri ordinari sia le terapie intensive. In mattinata sono arrivati anche i numeri di Agenas sulla pressione ospedaliera: il tasso di occupazione delle rianimazioni è salito in 5 regioni (Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Sardegna e Sicilia) e nelle due isole ha raggiunto il 13%, tre punti percentuali sopra la soglia di allerta. La Sicilia, in zona gialla da ieri 30 agosto, è oltre il valore massimo anche per quanto riguarda i posti letto occupati nei reparti ordinari (23%). Così come la Calabria che è salita al 17% e ora supera due dei tre parametri previsti per l’abbandono della fascia bianca. 

Zona gialla, regole: cosa cambia e cosa si può fare

Intanto domani il green pass diventerà obbligatorio per viaggiare nei trasporti a lunga percorrenza. E esplode l’ira dei no vax: dopo le minacce di ieri contro Matteo Bassettidomani è previsto il blocco delle stazioni in gran parte d’Italia con i sindacati che hanno dichiarato: “Auspichiamo un doveroso ripensamento da parte dei promotori della protesta”.

Il virus no vax ha cancellato la ragione

In risposta il ministero della Salute sta studiando un bollettino sui no vax, già attivo in alcune Regioni, per mostrare quanto i vaccini influiscano sull’ospedalizzazione e l’assessore della Salute della Regione Lazio, Alessio D’Amato, non ha escluso che “i no vax che contraggono il Covid e finiscono nelle terapie intensive degli ospedali del Lazio dovranno pagare i ricoveri“.

Un farmaco per gli animali contro il Covid: l’ultima (folle) terapia dei negazionisti

Il bollettino Covid del 31 agosto

Aumenta oggi in Italia il numero dei nuovi positivi al Covid con 5.498 casi a fronte dei 4.257 di ieri (+1.241). Il numero totale dei casi dall’inizio della pandemia è di 4.539.991. Aumentano anche i decessi: sono 75 i morti (+22 rispetto a ieri) per un totale di 129.221 vittime dall’inizio della pandemia. L’aumento del numero dei positivi si spiega anche per il maggior numero di tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore: 307.643 tamponi (+197.840 rispetto a ieri) tant’è che il tasso di positivita è sceso a 1,8% rispetto al 3,9% di ieri. La pressione sulle strutture ospedaliere è in miglioramento con 4.252 ricoveri in area medica (-12 rispetto a ieri) e 544 pazienti nelle terapie intensive (-4). Rianimazioni che hanno registrato 49 ingressi del giorno (ieri erano stati 50). La Regione con il maggior numero di positivi giornalieri è sempre la Sicilia con 1.091 casi, seguita dalla Lombardia (+723), il Veneto (+583), la Campania (+471), l’Emilia-Romagna (+455). Gli attualmente positivi sono 137.925 (-3.468), i dimessi/guariti aumentano di 8.885 unità per un totale di 4.272.845 dall’inizio della pandemia. In isolamento domiciliare ci sono 133.129 persone.

Regioni / Sicilia

La Sicilia resta ancora la prima regione d’Italia per contagi: sono 1.091 i nuovi casi di Covid registrati nelle ultime 24 ore a fronte di 21.113 tamponi processati. Si registrano inoltre altre 19 vittime che portano il totale dei decessi a 6.342. La Regione Sicilia riporta che tra i decessi comunicati oggi uno è relativo al 30 agosto, uno il 29 agosto e 7 il 28 agosto. Sul fronte ospedaliero sono  941 i ricoverati nei reparti non critici, 6 in meno rispetto al giorno precedente, mentre in terapia intensiva si trovano 117 pazienti, uno in più rispetto a ieri. Gli attuali positivi sono 28.443 (-46) e i guariti 1.118.

Lombardia

Con 52.393 tamponi effettuati sono 723 i nuovi positivi in Lombardia per un tasso di positività in leggero calo all’1,3% (ieri 1,4%). Diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva (-3, 45), mentre aumentano i pazienti negli altri reparti (+12, 353). I nuovi decessi sono 2per un totale complessivo di 33.917 morti in regione dall’inizio della pandemia. Per quanto riguarda le province sono 238 i nuovi casi nella città metropolitana di Milano, di cui 85 a Milano città, 112 a Brescia, 56 a Varese, 55 a Bergamo, 50 a Monza e Brianza, 35 a Pavia, 32 a Mantova, 23 a Como, Lecco e Cremona, 17 a Lodi e 14 a Sondrio.

Veneto

Viaggia ancora su un trend piuttosto alto il contagio del Covid in Veneto, dove si sono registrati 583 nuovi positivi nelle ultime 24 ore e 3 decessi. Il totale degli infetti dall’inizio dell’epidemia sale a 454.803, mentre quello delle vittime sale a 11.686. È in calo invece il dato delle persone attualmente positive e in isolamento, 12.904 (-182). Il quadro dei dati clinici mostra infine un andamento differenziato tra i ricoverati nelle aree mediche che aumentano, 234 (+11), e quelli nelle terapie intensive che invece calano di due unità, 53 (-2).

Campania

Sono 471 i nuovi casi di Covid scoperti in Campania dall’analisi di 20.996 tamponi per un tasso di positività del 2,2%. Tre i decessi nelle ultime 48 ore, a cui si aggiungono nove deceduti in precedenza, ma registrati ieri. Sul fronte ospedaliero i pazientei ricoverati sono 402, 18 in più di ieri, di cui 379 in posti di degenza e 23 in terapia intensiva.

Emilia-Romagna

Calano i nuovi casi di Coronavirus in Emilia-Romagna, 455 su 32.350 tamponi, e anche i ricoveri, ma si contano altri nove morti. Dei contagi, 172 sono asintomatici, l’età media è 36,1 anni e tra le province al primo posto c’è Bologna con 120 positivi più sette dell’Imolese. Sono molti i guariti nelle ultime 24 ore, sono 651 in più rispetto a ieri e torna il segno meno dei casi attivi, 15.901(-205), il 97,1% dei quali è in isolamento a casa. Negli ospedali i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 50 (+1), 403 quelli negli altri reparti Covid (-17).

Toscana

In Toscana segnali di arretramento dell’epidemia da Covid: i nuovi casi sono 383 su 16.436 tamponi per un tasso di positività del 2,33% (5,6% sulle prime diagnosi). Purtroppo oggi si registrano 5 decessi: 3 uomini e 2 donne con un’età media di 71,8 anni che portano il totale delle vittime a 7.013 da inizio pandemia. Negli ospedali i pazienti ricoverati sono 473, 5 in meno rispetto a ieri, di cui 54 in terapia intensiva, stabili. Gli attualmente positivi sono invece 11.129, -2,5% rispetto a ieri.

Lazio

“Oggi nel Lazio su quasi 8 mila tamponi e oltre 16 mila antigenici per un totale di oltre 24 mila test, si registrano 283 nuovi positivi (-38). Sono 142 i casi in meno rispetto a martedì 24 agosto. Cinque i decessi (+1), 462 i ricoverati (-16), 72 le terapie intensive (+2) e 825 i guariti”. Lo ha reso noto l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato che ha aggiunto: “Il rapporto tra positivi e tamponi è al 1,1% e i casi a Roma città sono a quota 151″.

Sardegna

In Sardegna si rilevano oggi 220 casi di positività, scoperti dall’analisi di 10.883 test processati, tra molecolari e antigenici. Nelle ultime 24 ore si registrano altri 4 decessi. Cresce la pressione ospedaliera:i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 27 (stesso dato di ieri), mentre in area medica ci sono 240 persone, 13 in più rispetto a ieri. Gli altri 7.403 attualmente positivi sono in isolamento domiciliare, 252 in meno rispetto a ieri.

Piemonte

Oggi la Regione Piemonte ha comunicato 220 nuovi casi, pari all’1,1% di 20.057 tamponi eseguiti, di cui 13.140 antigenici. Migliora leggermente la situazione negli ospedali: i ricoverati in terapia intensiva sono 14 ( invariati rispetto a ieri), mentre negli altri reparti ci sono 153 persone ( -2 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 3.443.

Puglia

Dei 13.508 test analizzati in Puglia 220 hanno dato esito positivo pari all’1,6%. La gran parte dei nuovi casi di contagio è stata accertata in provincia di Lecce dove si contano 65 positivi in più rispetto a ieri. Seguono per nuove positività le province Bat con 39 casi, Bari con 37, Brindisi e Taranto con 25 ciascuna e Foggia con 20. Nelle ultime 24 ore si registrano 6 decessi. Gli attualmente positivi sono 4.601. Di questi 253 sono ricoverati (22 in meno rispetto a ieri): 17 pazienti sono in terapia intensiva (-7) e gli altri nei reparti ordinari.

Calabria

In Calabria si registrano 195 nuovi contagi (ieri erano stati 190) che portano a 77.709 il numero dei casi da inizio pandemia. Il tasso di positività scende dal 7,68% al 4,85. I decessi sono stati 3, lo stesso numero di ieri. Si registrano, inoltre, tre nuovi ricoveri in area medica (dato complessivo 161), mentre diminuiscono di un’unità i ricoveri nei reparti di terapia intensiva (da 16 a 15). In calo anche i casi attivi e gli isolati a domicilio, rispettivamente da 4.846 a 4.812 e da 4.672 a 4.636. I nuovi guariti sono 226.

Liguria

Sono 120 i nuovi casi di Covid emersi in Liguria dall’analisi di 3.975 tamponi molecolari e 4.782 test antigenici rapidi per un’incidenza dell’1,4%. Nel bollettino odierno è inserito anche un decesso, relativo però al 27 agosto. Calano leggermente gli attualmente positivi, che sono 3.158 (-15), mentre resta stabile la pressione ospedaliera (87 ricoverati, di cui 11 in terapia intensiva).

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 3.756 tamponi molecolari sono stati rilevati 85 nuovi contagi con una percentuale di positività del 2,26%. Sono inoltre 3.850 i test rapidi antigenici eseguiti dai quali sono stati rilevati 27 casi (0,70%). Nella giornata odierna non si registrano decessi. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 13 e sono 49 gli ospedalizzati in altri reparti.

Marche

Nelle ultime 24 ore nelle Marche sono stati individuati 102 nuovi casi, il 6,7% dei 1.526 tamponi processati all’interno del percorso per le nuove diagnosi (ieri il rapporto era stato del 15,3% con 46 casi su soli 300 tamponi). Dopo 5 giorni consecutivi di crescita è leggermente diminuito il tasso di incidenza cumulativo su 100 mila abitanti ed ora è a 86,38 (ieri era a 86,58). Sono 79 i pazienti assistiti negli ospedali della regioni, 2 meno di ieri: di questi 20 sono in terapia intensiva (+3), 15 in semi-intensiva e 44 (-7) nei reparti ordinari. Nelle ultime 24 ore non sono state registrate vittime: il bilancio dall’inizio della crisi pandemica resta fermo a 3.047 morti, 1.710 uomini e 1.337 donne.

Le altre regioni

In Alto Adige una vittima, dopo un mese senza morti e 59 contagi; un decesso anche in Trentino dove i nuovi casi sono 25. In Umbria 74 dei 7.133 tamponi processati nelle ultime 24 ore hanno dato esito positivo. In Basilicata 98 contagi, 57 in Abruzzo, zero in Molise. Sette i casi in Valle D’Aosta.



In questo articolo:


Change privacy settings