Il Foggia non sfonda, inizia con un pareggio la stagione dei rossoneri. Reti inviolate contro il Monterosi

Esordio in trasferta per gli uomini di Zdenek Zeman, alla sua quarta avventura alla guida dei rossoneri di Puglia

Nell’estate infiammata dai grandi ritorni di calciomercato, – Cristiano Ronaldo allo United, Lukaku al Chelsea, Allegri alla Juve e Zeman al Foggia – il 28 agosto passerà alla storia come il quarto esordio di Zeman sulla panchina del Foggia. Sul campo di Viterbo, il Monterosi Tuscia ospita i rossoneri per il primo turno di Lega Pro girone C 2021/2022. I padroni di casa, orfani di Polidori, si schierano con un 3-5-2: Marcianò; Piroli, Borri, Rocchi; Tonetto, Franchini, Buono, Parlati, Adamo; Caon, Ferri Marini.
Il Foggia risponde con il 4-3-3: Alastra; Martino, Sciacca, Girasole, Nicoletti; Rocca, Petermann, Maselli; Merola, Ferrante, Curcio.

La cronaca
Il Monterosi Tuscia gestisce il primo pallone della gara. Il Foggia sfiora il vantaggio al sesto minuto: un triangolo Merola – Curcio – Maselli spedisce quest’ultimo a pochi passi da Marcianò che neutralizza il centrocampista rossonero. Al 12′ il Monterosi guadagna metri ed è necessario un salvataggio di Girasole per evitare che il colpo di testa di Franchini finisca in rete. Il primo tempo non è caratterizzato da grosse occasioni, fino al 36′ quando il Monterosi si distende bene: Franchini, però, sbaglia la misura del tiro. Al 39′ il Foggia prova a reagire, ma la finalizzazione di Ferrante finisce in curva. Al 40′ Sciacca si supera in un anticipo provvidenziale ai danni di Ferri Marini, pronto a scaraventare in rete la sfera. La prima frazione termina 0-0.

Una sostituzione per ogni squadra a inizio secondo tempo. Per il Foggia entra Ballarini al posto di Maselli, Mbende sostituisce Piroli per i padroni di casa. Al 58′ il Foggia va vicinissimo al vantaggio: colpo a botta di sicuro di Rocca che viene alzato da una deviazione involtaria di Merola, sfortunati i rossoneri. Dieci minuti dopo è il turno di Merola, che spedisce il pallone a lato con un rasoterra mancino. Al 70′ Zeman chiama Ferrante in panchina, entra Merkaj. Al 79′ Curcio tenta il gran gol dalla distanza, palla in curva. Al 93′ il Monterosi va vicinissimo al vantaggio: in mischia un calcio al volo fa venire i brividi ad Alastra. Vani i 6 minuti di recupero. Inizia con un pari a reti bianche la stagione dei rossoneri.



In questo articolo:


Change privacy settings